Roccafluvione e Gualdo insieme per un week end creativo/VIDEO

Sorrisi e momenti da ricordare nel weekend dedicato alla Festa della Creatività organizzata tra Roccafluvione, comune in provincia di Ascoli e Gualdo di Macerata. Due giorni di incontri, dibattiti, laboratori e spettacoli per stare insieme e ricostruire comunità e territori.

Read more

Successo per la Festa della Creatività, musica e arte per ricostruire

festa creatività

Alessandro Sirolli, Associazione Festa della Creatività, Francesco Leoni, sindaco di Roccafluvione e Vittorio Cei

“Il terremoto può distruggere case, vite umane, opere d’arte, ma non riesce a distruggere la creatività umana”. Ha proprio ragione Vittorio Cei, medico specializzato in psichiatria e ideatore della prima Festa nazionale della Creatività del 1999. La Creatività può essere davvero utile a fare rete, mettere insieme artisti e persone comuni nell’ottica di guardare al futuro con spirito positivo e costruttivo. Così, grazie al numeroso pubblico presente, l’evento, realizzato grazie ai fondi dell’Otto per Mille della Tavola Valdese e organizzato dall’associazione 180 Amici in collaborazione con l’associazione Festa della Creatività, con il Gus (Gruppo di umana solidarietà), con il Teatro Rebis e il sostegno di amministrazioni, assessori, professionisti e artisti, ha fatto centro. festa creatività

Un week end di laboratori, incontri, dibattiti, concerti vissuti tra Roccafluvione, il 24 giugno, e il centro storico di Gualdo di Macerata, recentemente riaperto dove ieri, 25 giugno, in tanti si sono riuniti per fare festa. Il “regalo” fatto alle Marche da un gruppo di associazioni de L’Aquila è stato molto apprezzato dai cittadini e da chi ha raggiunto i due centri, uno in provincia di Ascoli Piceno e l’altro nel Maceratese, dai paesi vicini.

Le giornate, tra momenti di puro divertimento, hanno lasciato spazio anche a due interessanti convegni a cui hanno partecipato, oltre ai sindaci, a Vittorio Cei, ad Alessandro Sirolli (dell’Associazione Festa della Creatività), anche il dottor Massimo Mari, gli psicologi Patrizia Isabella Perrone, il dottor Cristiano Bumbaca, dell’associazione Psyplus onlus, l’architetto Michele Schiavoni, Carlo Casini e Francesca Claretti, dirigente dell’Ufficio speciale per la ricostruzione dell’area di Macerata a cui sono state poste molte domande. festa creatività
L’evento per molti è stata l’occasione per rivivere in un’ottica nuova e più positiva i luoghi dove sono nati e cresciuti, riscoperti anche attraverso delle passeggiate organizzate per fare memoria dei ricordi che riaffiorano alla mente del periodo precedente al sisma e per ripensare ad un nuovo futuro in maniera costruttiva. Molti anche i bambini presenti che hanno apprezzato a Roccafluvione l’esposizione dei lavori realizzati nelle scuole, applicando la creatività all’arte di modellare il legno, e a Gualdo di Macerata il laboratorio organizzato dall’associazione degli Asini Bardasci che con la musica e la testimonianza di Maria Teresa Mercuri hanno accompagnato i piccoli in un viaggio attraverso la cultura e la musica popolare. In tanti hanno fatto da pubblico ai concerti organizzati nei due paesi dal tardo pomeriggio fino al dopo cena e hanno applaudito lo spettacolo semiserio “Perchè no?” di e con Vera Vù che ha fatto divertire piccoli e genitori. Grande è la soddisfazione dei primi cittadini Francesco Leoni, sindaco di Roccafluvione e Giovanni Zavaglini di Gualdo e di tutto lo staff che ha contribuito alla buona riuscita del’iniziativa. Vedere il campo sportivo del piccolo centro nell’Ascolano e il centro storico – fortemente danneggiato dal terremoto – di Gualdo nuovamente teatro di eventi capaci di mettere insieme le persone fa ben sperare in una ricostruzione che seppur lenta e complicata sta cominciando davvero.
festa creatività

festa creatività

festa creatività

festa creatività

festa creatività

 

Read more

eventi, FERMO, Uncategorized Comments (0) |

Five Lives
Danza ed Energia insieme per un saggio Creativo

danzaSerata dedicata all’arte e alla danza in programma sabato 24 giugno alle 21 nel Castello di Grottazzolina

Energie Creative – progetto pensato dall’architetto Valentina Battilà e realizzato con il contributo della scrittrice Desirèe Farabollini e di Federico Flamini, reso possibile grazie alla casa editrice Giaconi – sarà il filo conduttore del saggio di Onice Danza in programma per sabato 24 giugno al Castello di Grottazzolina alle 21 (costo d’ingresso 5 euro, gratuito sotto i 15 anni). Una serata dove l’energia si trasforma in arte attraverso la vita delle persone, le loro passioni e l’espressione dei loro valori. Così le opere di artisti marchigiani si fonderanno con le parole del romanzo di Energie Creative e prenderanno vita con la danza.

“Vogliamo ringraziare tutti i ragazzi di Onice Danza – dice la direttrice artistica Chiara Carletti  – la serata di sabato è per voi e darà voce, attraverso l’arte e la danza a tutto il lavoro di quest’anno. Un grazie va anche ai genitori per il loro prezioso sostegno”. L’associazione “Onice l’alchimia della danza” è una nuova realtà nata a Grottazzolina lo scorso settembre grazie alla passione di Chiara Claretti direttrice artistica, Manuela Caporaletti, Martina Marchionni e Stefania Russo. La scuola propone corsi di danza gioco, danza classica, danza moderna e contemporanea, hip hop, video dance, zumba e danza del ventre. Da gennaio nasce anche GrottART un’iniziativa che prevede una serie di appuntamenti mensili con alcuni coreografi di rilievo nel panorama italiano, come Alessandra Celentano, dando l’opportunità ai ragazzi di formarsi con un percorso completo e ben strutturato. Il progetto, sostenuto dal comune di Grottazzolina, coinvolge tutte le associazioni e le attività commerciali del paese. Sono tanti gli sponsor, tra pubblico e privato che sostengono l’iniziativa ( Fast srl, Maggio Adua Simoni Silvano, Belleggia Tamara, TS di Censi Tiziano, Enea srl, Opsottica, Pizza ti amo, Fabi Teresa, Venoom Art Tatoo).

 

danza

danza

danza

danza

Read more

Solidarietà in musica
Radiohead allo Sferisterio, tutto quello che c’è da sapere

Il 20 agosto i Radiohead si esibiranno allo Sferisterio di Macerata, biglietti disponibili dalle 11 del 27 giugno su www.vivaticket.it

Detto, fatto. E’ la solidarietà, ancora una volta, ad aiutare concretamente i territori colpiti dal terremoto che ha danneggiato il centro Italia. Questa volta è la musica a portare speranza.

radioheadE’ ufficiale: il 20 agosto lo Sferisterio di Macerata ospiterà un concerto esclusivo organizzato proprio per dare sostegno alle Marche. Thom Yorke e Jonny Greenwood dei Radiohead si esibiranno sul palco dell’Arena a titolo completamente gratuito ed eseguiranno una selezione di brani della band con alcuni dei principali nuovi arrangiamenti. Greenwood è molto legato alle Marche e ha vissuto in prima persona il terremoto del 24 agosto. La sua casa vicino a Monsampietro Morico, nel Fermano, è stata danneggiata e il cantante ha provveduto autonomamente a risistemarla.

I proventi dell’evento saranno a favore dei terremotati. Così, l’annuncio del leader dei Radiohead di qualche giorno fa diventa realtà e pone l’attenzione su quanto c’è ancora da fare nelle zone colpite dal sisma. Il concerto sarà in favore della zona meridionale delle Marche e di un comitato benefico “ArteProArte”, costituito in questi giorni e che opererà insieme alla Sovrintendenza della Regione Marche per il restauro del patrimonio artistico marchigiano.

I biglietti del concerto (250 euro per il settore Platino, 150 euro per il settore Oro, 100 euro per il settore Verde, 80 euro per il settore Blu, 60 euro per il settore, Rosso, 50 euro per il settore Giallo, 50 euro per la Balconata), organizzato in collaborazione con Indipendente, saranno disponibili dalle 11 del 27 giugno su www.vivaticket.it. La transazione sarà strettamente limitata a due acquirenti il cui nome sarà stampato sul biglietto che quindi non potrà essere ceduto a terzi. Per accedere bisognerà mostrare la fotografia di un documento: carta d’identità, patente o passaporto. I biglietti non potranno essere rivenduti.

Read more

E’ tutto pronto per la quarta festa della Creatività
Il programma

Laboratori, dibattiti, momenti dedicati al teatro e alla musica. La Festa della Creatività è pronta ad animare il prossimo week end, sabato 24 e domenica 25 giugno, i piccoli paesi di Roccafluvione, in provincia di Ascoli Piceno e di Gualdo nel Maceratese. In seguito al sisma che negli ultimi mesi ha colpito il centro Italia e ha messo a dura prova il territorio, il progetto si è ampliato con la finalità di aiutare i terremotati, offrire loro un sostegno psicologico e creare sinergie e momenti di confronto con più realtà anche attraverso l’organizzazione di laboratori esperienziali nelle scuole. L’evento, finanziato con i fondi dell’Otto per Mille della Tavola Valdese, organizzato dall’associazione 180 Amici in collaborazione con l’associazione Festa della Creatività e con il Gus (Gruppo di umana solidarietà) con cui l’associazione 180 amici collabora dal 2009 grazie ad Alessandro Sirolli, quest’anno si trasferisce dall’Abruzzo alle Marche come “regalo” ad un territorio oggi più che mai bisognoso di ritrovare serenità. Così come accadde nel 2009, a 100 giorni dal terremoto che distrusse L’Aquila, la Festa della Creatività – dove per creatività si intende uno strumento fondamentale del benessere psicofisico, del progresso, dello sviluppo culturale e dell’integrazione tra le diversità –  approda a Roccafluvione e Gualdo, due piccoli comuni che saranno teatro del ricco calendario di iniziative in programma.

IL PROGRAMMA

creatività La due giorni parte sabato 24 giugno da Roccafluvione con una passeggiata lungo i luoghi caratteristici del borgo per poi iniziare con un dibattito pubblico dedicato ad approfondire il post terremoto del Centro Italia e nello specifico nel territorio marchigiano.  Interverranno Angelomarco Barioglio (CSM Ascoli Piceno – AV 5), Vittorio Cei (Associazione Italiana Creatività), Massimo Mari (DSM Ancona AV 2 Asur) Alessandro Sirolli (Associazione 180amici L’Aquila),  Emanuele Sirolli (Gruppo Umana Solidarietà) e Carlo Casini (Ufficio Ricostruzione Regione Marche). Al convegno parteciperanno anche la dottoressa Patrizia Isabella Perrone, psicologa e psicoterapeuta dell’associazione Psyplus onlus responsabile dell’area clinica per il progetto “Ricostruiamo le persone” e il dottor Cristiano Bumbaca, project manager del progetto.  Nel pomeriggio un momento verrà dedicato al resoconto delle attività laboratoriali che sono state organizzate durante gli scorsi mesi e che hanno coinvolto cittadini e studenti. La serata, a partire dalle 19.30, sarà dedicata alla musica con i concerti dei Misfits, degli Ardecore, del Duo Stefano Campetta e dei Lex. A seguire verrà consegnato il premio Creatività 2017 a Claudio Misculin dell’Accademia della Follia di Trieste.

creatività 2La Festa proseguirà domenica 25 giugno nel Comune di Gualdo di Macerata. Un’altra giornata intensa che inizierà alle 11 con un laboratorio proposto dall’Associazione Asini Bardasci che proseguirà fino alle 16. Nel pomeriggio, alle 16, appuntamento con un momento di approfondimento dedicato al sisma a cui parteciperanno le autorità accanto a Vittorio Cei (Associazione Italiana Creatività), all’architetto Michele Schiavoni (Associazione Punto ed a Capo) e a Cesare Spuri (Ufficio Ricostruzione Regione Marche). A seguire verrà organizzata una passeggiata nella zona rossa di Gualdo per non dimenticare i danni del sisma e ricostruire il futuro. Spazio al teatro e alla musica in serata, a partire dalle 18, con il concerto di “Armonie d’Argento”, lo spettacolo semiserio “Perchè no?” di e con Vera Vù”, le animazioni musicali degli Asini Bardasci e i concerti in piazza dei T.F.R. e degli Elpris.

 

Read more

Fool Festival, cinque giorni di musica e arte a Morrovalle

L’appuntamento è per il 28, 29, 30 giugno e per il primo e due luglio a Morrovalle per un evento da vivere 24 ore su 24 tra spettacoli musicali e performance artistiche 

morrovalleCinque giorni di Fool Festival, 15 concerti, tre al giorno, con artisti di fama internazionale tra cui spiccano i The Bloody Beetroots e Brunori Sas. Il tradizionale Festival Beer organizzato da cinque anni a Morrovalle quest’anno si rinnova nel nome e nella formula. L’appuntamento diventato ormai un punto di riferimento per gli amanti della buona musica e dell’arte in generale, è per il 28, 29, 30 giugno e per il primo e il 2 luglio nell’area antistante l’antico convento di S.Francesco, in via B.Marconi. L’evento, ideato e organizzato dall’associazione culturale primavera e sistenuto dal Comune di Morrovalle, da Omega Live e da molti sponsor privati tra cui spicca il centro commerciale Cuore Adriatico, è molto più di una appuntamento musicale che ospita band emergenti e grandi big. Il Fool Festival è diventanto un vero e proprio contenitore dove trovano spazio le più disparate forme artistiche: mostre laboratori, dibattiti, incontri, con la finalità di educare i giovani ad un nuovo modo di vivere la cultura. “Quest’anno abbiamo deciso di raddoppiare gli sforzi e far diventare il Festival un evento di richiamo nazionale – ha commentato l’assessore Giulio Baldassarri – E’ bello collaborare con dei ragazzi che si impegnano per valorizzare il territorio dimostrando anche di intendersi di musica”. Ricchissimo il programma dei cinque giorni realizzato anche grazie alla collaborazione con diversi partner artistici come le associazioni Anime di Strada, ArteMigrante, DistrArte e Sziget Italia. “Con 15 concerti e generi sempre diversi abbiamo voluto creare un Festival adatto a tutti. Ogni sera si apre con un concerto di un artista emergente e si chiude con nomi di fama internazionale – ha sottolineato Gino Pepa, direttore artistico dell’evento -. Quest’anno però non ci sarà solo la musica, ma ci teniamo a rappresentare molte altre espressioni artistiche per diffondere la cultura tra i giovani” . Chi vuole vivere l’esperienza 24 ore su 24 può campeggiare nella selva dell’ex convento Francescano. 

Read more

Le Marche rinascono facendo
al via la quarta Festa della Creatività

L’appuntamento è il 24 giugno a Rocca Fluvione e il 25 a Gualdo di Macerata per un fine settimana di iniziative all’insegna della creatività

creativitàCreatività per superare la crisi. Torna anche quest’anno la Festa della Creatività che dall’Abruzzo, regione dov’è nata la manifestazione grazie all’idea del medico speacialista in psichiatria Vittorio Cei, approda nelle Marche per aiutare i terremotati e riportare il sorriso. Un fine settimana di iniziative per grandi e piccoli in programma il 24 giugno a Rocca Fluvione e il 25 a Gualdo di Macerata.

Così, dopo il successo delle tre precedenti edizioni a cui hanno partecipato testimonial importanti come Simone Cristicchi, Claudio Bisio e l’artista francese Miloud Oukili, la festa quest’anno distribuita su due giorni sarà di buon auspicio per chi ha vissuto il terremoto in prima persona e anche per chi ha perso la casa e da qualche mese vive sulla costa marchigiana. Per permettere a tutti di assistere agli spettacoli e di partecipare alla manifestazione, infatti, verrà organizzato un transfert gratuito per tutti gli sfollati che da Porto d’Ascoli e da San Benedetto nord raggiungerà Rocca Fluvione e Gualdo (il 24 giugno è prevista una partenza alle 9 del mattino e il rientro in serata mentre il 25 la partenza è prevista per le 13).

creativitàLa due giorni inizierà con una passeggiata tra i luoghi d’interesse di Rocca Fluvione per poi passare ad un convegno intitolato “Quale creatività per le buone pratiche della ricostruzione” ai laboratori, alle attività creative e ad alcuni momenti dedicati alla musica. Ricco anche il programma di domenica 25 giugno a Gualdo, un piccolo borgo nel maceratese colpito fortemente dal sisma che ospiterà spettacoli di teatro, artisti di strada, musica, workshop e molto altro. “Il terremoto può distruggere case, vite umane, opere d’arte, ma non riesce a distruggere la creatività umana”, ha commentato Vittorio Cei dopo il tragico evento de L’Aquila. Momento difficile che ha dato vita a tante iniziative fondate sulla collaborazione e sulla reciprocità tra persone diverse.

La manifestazione è nata proprio per diffondere un messaggio preciso: la creatività non è una caratteristica di pochi individui, ma una dote potenziale per tutti gli esseri umani, proprio per questo durante la due giorni attraverso dibattiti, laboratori creativi ed esibizioni di artisti provenienti da tutto il territorio verrà affrontato questo tema.

 

Read more