Festival delle Erbe dei Sibillini
tre giorni di eventi ad Amandola

E’ tutto pronto per la prima edizione del Festival delle Erbe dei Monti Sibillini organizzato ad Amandola. Dopo l’edizione dello scorso anno ospitata ad Ussita, quest’anno l’evento raggiunge il centro nel Fermano dove, da domani (venerdì 7) a domenica (9 luglio), al centro di dibattiti, laboratori e percorsi erboristici, saranno le risorse della terra e i concetti legati alla vita in equilibrio con la natura i protagonisti. Ideato e organizzato da Olis Eventi, il Festival si avvale del patrocinio del Comune di Amandola, della collaborazione delle Case delle Erbe e dell’Associazione Vivere con Gioia. Il Festival sarà un’occasione per conoscere anche la bellezza dei territori immersi nel verde del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, messi a dura prova dagli eventi sismici dei mesi scorsi ma pronti a ripartire con slancio nella promozione turistica, anche grazie a eventi come questo. “Crediamo molto in questa manifestazione – ha dichiarato il Sindaco Adolfo Marinangeli -. Dopo un periodo tanto difficile, riteniamo che questa sia un’importante occasione per continuare a promuovere attività di salvaguardia dell’ambiente , del nostro territorio e prestare attenzione alla natura. Saranno tre giorni significativi per la nostra città, durante i quali si rivolgerà particolare attenzione alla storia dei luoghi, ai sapori e alle tradizioni. Ringrazio infinitamente i promotori che hanno deciso di darci questa grande dimostrazione di solidarietà e vicinanza scegliendo Amandola per questo evento.”

amandola erbe Presente nei tre giorni dell’evento Maria Sonia Baldoni, la Sibilla delle Erbe. Dopo oltre 35 anni trascorsi come consulente finanziaria, da tempo la sua vita è dedicata a veicolare le numerose utilità delle erbe spontanee che riescono anche a creare “sharing economy”, un’economia che poggia le sue basi sulla condivisione. A lei il compito di portare i viaggiatori alla scoperta ed alla catalogazione delle erbe e delle bacche spontanee nei diversi percorsi erboristici. Durante il festival, spazio anche alla naturopatia con la presentazione del progetto “Scuola di Hildegarda – Conseling e Natura”, da parte della dott.ssa Rosa Brancatella, Roberto Ferretti, psicologo, psicoterapeuta, scrittore e cultore della cucina contadina e delle erbe, ci parlerà del suo metodo “Cucina Ciocheciò”, presentandoci un menù alle erbe selvatiche, farine antiche e molto altro. Moreno Pesaresi, esperto in tecniche di coltivazione in agricoltura biologica a basso impatto ambientale, piante officinali, recupero e riconoscimento di piante spontanee, ci guiderà nel mondo degli “Oli essenziali: tecniche estrattive e i loro usi”.

Durante la manifestazione Francesco Grifonelli affronterà il temaCanapa: le potenzialità della pianta”,mentre Stefania Gangemi ci porterà a conoscere meglio i “Fiori di Bach”. Con Daniela Cesaroni scopriremo curiosità e notizie su “Gli orti monastici e i giardini medioevali”. Questi sono solo alcuni degli operatori presenti al Festival, che si occuperà anche di Cosmesi naturale, Yoga posturale e molto altro. Nello Spazio Benessere sarà possibile testare speciali massaggi. Il ricco programma del Festival vedrà alternarsi momenti dedicati al benessere olistico a conferenze e laboratori. Ad Amandola in Piazza Risorgimento ci saranno anche dei mercatini artigianali e la possibilità di gustare menù a tema nei diversi ristoranti e agriturismi della zona. Al Festival non mancheranno alcuni operatori delle “Case delle erbe”, delle realtà che sono innanzitutto un progetto di vita per chi le sta portando avanti in molte regioni d’Italia ma anche occasione di promozione di micro-economie. Un Festival quello delle Erbe dei Monti Sibillini dove la “cultura della Natura” è protagonista, dove i territori, la loro storia, i saperi e i sapori, possono essere conosciuti, apprezzati, vissuti.

Read more