Macerata in finale
tra le 10 candidate a Capitale della Cultura 2020

macerataAlla proclamazione ufficiale manca davvero poco: il 16 febbraio, infatti, alle 11 nella sede del Ministero di Roma verrà annunciata la città Capitale della cultura 2020. Manca poco e ad un mese dal traguardo il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo annuncia le 10 città finaliste. Nell’elenco, insieme ad Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Merano, Nuoro, Picenza, Reggio Emilia e Treviso, c’è anche Macerata. Una grande soddisfazione e un traguardo importante in vista del momento decisivo. Così anche Macerata raggiunge la finale, superando le altre 21 candidate al bando e ora dovrà presentare il progetto per vincere e rappresentare l’offerta turistica, culturale a livello nazionale dando il via al lavoro concreto.

Il sindaco di Macerata, Romano Carancini

“E’ una grande soddisfazione per tutta la città, ma anche per il territorio maceratese, per la nostra gente e per la nostra regione – commenta il sindaco di Macerata Romano Carancini – E’ uno di quei momenti che valgono un intero mandato perchè la scelta della Commissione Mibact riconosce il valore del progetto fra le tante, belle e importanti città italiane. Ora insieme, tutti insieme, ad inseguire il futuro, a correre verso il sogno che diviene realtà”. 

Felicità e orgoglio condiviso anche dal vice sindaco Stefania Monteverde: “Macerata è tra le 10 città candidate a Capitale Italiana della Cultura. Grande soddisfazione, grande festa, grande lavoro di tutti, solto orgogliosa della mia città – ha commentato”.

 

Read more

Colmurano RipArte ha bisogno di te
dona e fai rinascere il museo Ventura

E’ possibile fare una donazione fino al 15 marzo 2018 cliccando qui. Contribuisci anche tu a far rinascere Colmurano e il suo museo, principale polo della vita culturale del paese (guarda il video). 

Bisogna ripartire, è necessario. Ora più che mai anche i centri più piccoli, colpiti dal terremoto che ha fatto scuotere la terra più di un anno fa, devono riappropriarsi degli spazi che un tempo rappresentavano luoghi di incontro, di condivisione e di cultura. Non si può far finta che tutto sia tornato come prima. Non ancora, manca molto da fare, anzi, a dire il vero, in molti casi è rimasto tutto fermo. A Colmurano, piccola chicca nell’entroterra maceratese a muoversi sono i cittadini, il comune e l’amministrazione che hanno deciso di fare qualcosa insieme.
Così, proprio a seguito del sisma che ha colpito anche questo centro e ha danneggiato molti luoghi di interesse che lo caratterizzavano, parte una raccolta fondi per la ricostruzione del museo Ventura.

colmuranoIl terremoto a Colmurano ha reso inagibili diversi edifici: la chiesa principale, gran parte del Palazzo municipale e il museo Renzo Contratti Ventura, ubicato nella ex chiesa SS. Pietro e Paolo, unico polo della vita culturale del paese. Danni difficili da ripristinare e che non riguardano solo gli edifici, ma l’intera comunità che ha perso luoghi dove prima si incontrava, organizzava eventi e condivideva esperienze. Tutto per un piccolo paese. Tutto per chi a Colmurano vive ogni giorno. Per questo, per ridare vita al museo, è stata aperta una raccolta fondi tramite una piattaforma di crowfounding dove è possibile dare il proprio contributo (leggi di più sul progetto e fai la tua donazione).

Basta dare una piccola offerta entro il 15 marzo del 2018 e contribuire così al progetto Colmurano RipArte. Con l’iniziativa, il Comune ha intenzione non solo di risanare un manufatto architettonico reso inagibile dal terremoto, ma anche di dare risposta a quella richiesta dei cittadini di uno spazio capace di accogliere manifestazioni e iniziative culturali che ruotano attorno a questo piccolo polo museale.

 

Read more

FERMO, Scelti per voi Comments (0) |

Percorsi donna 2018, riparti da te
Al via con il primo incontro gratuito il 20 gennaio

Sei incontri dedicati alla donna per pensare al benessere psicofisico e per affrontare paure, dubbi, rispondere a domande e approfondire il mondo femminile con le sue innumerevoli sfaccettature.

percorsi donnaAl via sabato 20 gennaio alle 18 in via Armando Picchi 2 a Grottazzolina, in provincia di Fermo, con il primo appuntamento ad ingresso gratuito.

Un incontro conoscitivo per presentarsi al gruppo e per iniziare un percorso utile e costruttivo, passando per le altre cinque riunioni. Due mesi dove al centro dell’attenzione c’è la donna che per stare sempre meglio deve ripartire da sé, dai suoi punti di forza e dall’energia che ha dentro.

Per farlo l’incontro e la condivisione sono aspetti fondamentali. Il progetto “Percorsi donna”, caratterizzato da un ciclo di incontri interattivi,  è finalizzato a mettere in comunicazione persone che possano affrontare insieme le difficoltà e condividere gli aspetti positivi.

Dott.sse Chiara Claretti, Francesca Brugnolini, Azzurra Sirocchi

 

Il gruppo sarà accompagnato da medici e psicologi professionisti che saranno presenti agli incontri per portare la loro esperienza e far luce sulle varie problematiche che verranno affrontate con grande disponibilità e apertura all’ascolto. A condurre il progetto ci saranno la dottoressa psicologa Chiara Claretti, Francesca Brugnolini e Azzurra Sirocchi.

Un bel modo per prendersi del tempo per se stessi, per pensare alle difficoltà che sono all’ordine del giorno e trovare il modo migliore per superarle. Durante gli appuntamenti in programma il 24 e il 31 gennaio, il 7, 21 e 28 febbraio, dalle 21 fino alle 22.30, verranno affrontati molti aspetti.

“Il ciclo della vita”, per esempio, sarà il tema del secondo appuntamento, la gestione del tempo che alle donne manca sempre, sarà invece l’argomento dell’incontro di fine gennaio, la donna e il suo ruolo nella relazione di coppia, sarà al centro della riunione del 7 febbraio. Anche le emozioni e l’importanza dell’ascolto e della cura del proprio corpo saranno al centro della seconda serata di febbraio e per chiudere il ciclo si parlerà dell’essere madre, del significato e di cosa trasmettere.

Gli incontri hanno una durata di un’ora e trenta e hanno un costo di 15 euro l’uno. Per informazioni è possibile contattare la dottoressa Claretti al numero 3355295430, Brugnolini al 3286854247 oppure la dottoressa Sirocchi al 3294575405.

Read more

L’arco di Augusto e il mistero di Vitruvio
scopri Fano e le sue bellezze

fanoUna porta d’accesso alla città, un arco conosciuto come quello di Augusto che si varca per accedere all’antica Fano, proprio nel punto in cui la via Flaminia si incontra con il decumano massimo. Tra i simboli della città della fortuna, in provincia di Pesaro e Urbino, l’arco d’Augusto è uno dei principali segni dell’epoca romana che sono rimasti quasi completamente intatti.

Secondo fonti storiche sembra che la porta fu fatta edificare dall’imperatore Ottaviano Augusto nel 9 secolo d.C., nell’anno del suo 32° tribunato. Raffigurato nella sua interezza sulla facciata della chiesa di San Michele che si trova proprio lì accanto e dal 2016 ospita il museo della via Flaminia, è caratterizzato da tre archi, il più grande centrale sotto cui passavano i carri e i cavalli, mentre le altre due porte più piccole laterali destinate a chi accedeva a piedi. Ai lati i due torrioni da cui partivano le mura che circondavano completamente il centro.

E se l’arco di Augusto è suggestivo, soprattutto in notturna quando è illuminato e appare nel pieno del suo fascino, il museo della via Flaminia è ancora più particolare e interessante. Aperto non molto tempo fa questo luogo di grande interesse culturale arricchisce l’offerta di Fano che già non manca di attrattive. E’ qui, in un luogo antico allestito con strutture e strumentazioni moderne e d’avanguardia, che si aggiunge un tassello importante all’articolato sistema archeologico dell’epoca, romana puntando l’accento su uno tra i più curiosi aspetti della storia. Fano, secondo le testimonianze, è infatti l’unica città dove l’architetto Vitruvio, autore del De Architectura, sostiene di aver costruito una basilica che però in città non è mai stata ufficialmente rinvenuta. Ed è proprio questo il quesito su cui da tempo si interrogano gli studiosi: dove si trovava esattamente la basilica di Vitruvio?

Secondo alcuni, nonostante la precisa descrizione nel V libro di quello che è diventato il fondamento teorico dell’architettura occidentale, sembra non sia mai stata costruita. Visitando il museo, attraverso schermi touch, si può esplorare la Fanum Romana con delle preziose ricostruzioni virtuali 3D del teatro e dell’Arco di Augusto e si può approfondire anche il mistero vitruviano con documenti e testimonianze preziose.

Read more

FERMO, Scelti per voi Comments (0) |

Danza in mente: yoga e movimento per un relax divertente

Dall’8 gennaio, ogni lunedì sera, è possibile partecipare al corso nella scuola Onice danza di Grottazolina, in provincia di Fermo. Al via anche percorsi donna, un ciclo di incontri di gruppo dedicati al sesso femminile

Danza, yoga e musica. Tre ingredienti fondamentali per rigenerarsi con il sorriso.

“Danza in mente”: è tutto pronto per il nuovo corso organizzato dalla scuola di Grottazzolina, in provincia di Fermo, Onice Danza.

onice danza 2Dall’8 gennaio, ogni lunedì sera, nella sede della scuola di danza (in via Ugo la Malfa 5) sarà possibile seguire le lezioni, dedicarsi a se stessi e rilassarsi a suon di musica e a passo di danza. Una bella opportunità per ricaricarsi e cominciare il nuovo anno con il piede giusto e per dedicare un po’ di tempo alla cura del corpo e della mente. Un modo piacevole non solo per tenersi in forma, ma anche per pensare al benessere psicofisico che in una società frenetica come quella in cui viviamo è sempre più importante.

Il progetto rientra nelle tante attività portate avanti dalla psicologa e coach Chiara Claretti, classe ’80, che insieme a quattro colleghe, Martina, Stefania, Alice e Manuela, grazie alla sua grande passione, un anno fa ha aperto la scuola di danza Onice che porta avanti con grande impegno.
Chiara, professionista nel campo della psicologia e della danza ormai da molti anni, si è specializzata nel benessere delle persone attraverso colloqui di sostegno individuale, corsi di formazione e con percorsi di psicologia dello sport, motivazionali, individuali e di gruppo. Nasce così, nell’ottica del benessere, anche “percorsi donna 2018”, un ciclo di incontri di gruppo interattivi rivolti al sesso femminile per toccare diversi temi vicini alle donne, sia dal punto di vista psicologico sia medico. Un percorso importante, pensato insieme alle dottoresse Francesca Brugnolini e Azzurra Sirocchi, attraverso cui ritrovare la propria personalità, conoscersi meglio e magari superare anche alcune paure.

“Sono anni che lavoro come psicologa – spiega Chiara Claretti – ho grande esperienza nelle aziende dove ho portato avanti importanti lavori di consulenza e in questi anni ho seguito anche percorsi di coaching e di psicoterapia. Dall’esperienza e dal lavoro nascono queste nuove proposte. Un corso dedicato alla mente e al corpo e uno invece pensato appositamente per le donne. Due occasioni per prendersi del tempo per sé e per stare meglio”.

onice danza 5

onice danza 1

onice danza 4

Read more

eventi, MACERATA, Progetti, VIDEO Comments (0) |

Mangia e bevi a Macerata
da oggi a domenica 4 giorni per gustare l’Italia

Immaginate di poter assaggiare vini e piatti di 16 regioni d’Italia, di poter passeggiare nel centro storico di Macerata, entrare in un bar e ristorante dopo l’altro e assaporare l’Italia con i suoi gusti, sapori e tipicità. Vi è venuta l’acquolina in bocca? Nessun problema. L’Italia in un bicchiere, evento targato Mc food & drink parte stasera e animerà la città fino a domenica 17 dicembre.

italiaCome funziona l’evento: 
1. Vieni a Macerata 
2. Vai in centro ed entrate in uno di questi locali (Cabaret, Verde Caffè, Civico 37, Pizzeria Scalette, Porchetteria, Centrale, Bar Firenze, Al Casolare, Quanto Basta, La Taverna, Spulla, Pizzeria del Corso, Doppio Zero Lab, Beer Bang, Vicolonove, Fabric) e prendete una mappa. Scarica qui la mappa. 
3. Fai il primo aperitivo o cena in un locale e costruisci il tuo tour enogastronomico. 
4. Esci  dal primo bar o ristorante e visitane un altro. I locali che aderiscono all’evento sono 16. 
5. Scegli la tua prossima tappa e continua il tour.

Altre informazioni utili: l’evento dura 4 giorni da stasera, 14 dicembre a domenica 17. 
Potete organizzare un aperitivo o una cena. 
Non si paga un carnet fisso, ma c’è libertà di scegliere il locale o il menù in modo da poter costruire un tour in base alle proprie esigenze. 
Prezzi: aperitivo piatto a partire da 5 euro, vini da 2 euro e 50 al calice, cene a partire da 15 euro. 

I bar e i ristoranti aderenti e le regioni:

italiaIl Cabaret proporrà vini e tipicità della regione Marche, il Verde Caffè vi farà assaporare i prodotti campani, il Civico 37 si dedicherà alla Puglia, la Pizzeria Scalette proporrà vini e piatti tipici della Valle d’Aosta, la Porchetteria penserà all’Umbria, il Centrale alla Toscana, il Bar Firenze proporrà vini e piatti della Sicilia, Al Casolare si specializzerà sull’Emilia Romagna, Il Quanto Basta si dedicherà al Trentino, La Taverna al Veneto, Spulla alla Sardegna, la Pizzeria del Corso al Lazio, il Doppio Zero Lab penserà al Piemonte, il Beer Bang all’Abruzzo, il Vicolonove alla Calabria e il Fabric chiude il cerchio con il Friuli Venezia Giulia. 

Scarica qui la mappa. 

L’evento è organizzato dall’assoaciazione Mc food&drink, grazie al lavoro dei gestori dei 16 locali aderenti e agli sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa (Recchioni, Ibalt, Vita e Vita a.s.d & Fitness, Oril, Di Andrea Parrucchieri, Agnettiboutique, Edilizia Calvà, Cecarini Viaggi, Snai, Effe Caffè).

 

Read more

Mercatini ed eventi di Natale, 5 idee

Viverle tutto l’anno, assaporarle in ogni stagione, con ogni colore e sfumatura. Le Marche sono sempre meravigliose, ma a Natale o nelle settimane che precedono questa festa sono ancora più ricche di proposte, scorci interessanti ed eventi da non perdere.

natale Gli appuntamenti in programma sono tantissimi e per non fare torno a nessuno è bene sottolineare che questi sono solo consigli, idee per vivere le Marche nei prossimi giorni, tra mercatini, eventi e iniziative particolari. Un’idea per ogni provincia anche se c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

PESARO E URBINO

Candele a Candelara. Ormai passeggiare per questo borgo in provincia di Pesaro e Urbino, tra bancarelle che propongono candele e oggetti di artigianato è diventato un must. Non potete perdervi, in questo fine settimana, da domani a domenica (8-10 dicembre) questo evento adatto a grandi, piccoli, agli innamorati, ai single, a tutti quelli che vogliono godersi lo spettacolo di un piccolo centro, ben curato e caratteristico, addobbato a festa e pieno di fermento. E, come da tradizione, non perdetevi lo spegnimento della luce artificiale e lo spettacolo di vedere il centro storico illuminato solo dalla luce delle candele. Questa magia accade due volte al giorno ed è un’esperienza da provare.

ANCONA

Anche in questa parte di Marche, un territorio ricchissimo di luoghi da non perdere, sono davvero tante le iniziative in calendario per Natale. Tra i tanti eventi il consiglio è di fare una passeggiata a Castelbellino. Un piccolo centro dell’entroterra, una bomboniera dove ogni anno prima di Natale, i mercatini di artigianato e gastronomia, rendono ancora più magici i vicoli. In questo week end, dall’8 al 10 dicembre, andate alla ricerca di un regalo originale da mettere sotto l’albero.

natale MACERATA

Le luci si accendono anche in tutta la provincia di Macerata con piste di pattinaggio che aprono al pubblico e, grazie alla neve che ha coperto le montagne, piste da sci che aprono i battenti. Da non perdere poi le iniziative in programma che anche in questo caso non mancano. Tra tutti gli eventi, mercatini e tradizionali appuntamenti spiccano le novità. Dal 14 al 17 dicembre fate una passeggiata nel centro storico di Macerata e partecipate alla prima edizione di “L’Italia in un bicchiere”, il primo evento dedicato al vino e alle tipicità gastronomiche di ben 16 regioni diverse d’Italia ideato e organizzato dall’associazione Mc food&drink che mette insieme diversi ristoranti e bar del centro storico. In una mappa preparata per l’occasione si potranno vedere i locali che aderiscono all’iniziativa per organizzare un tour tra le eccellenze enogastronomiche d’Italia.

natale FERMO

Sarà la magia la protagonista a Fermo che anche quest’anno, in una provincia ricchissima di eventi, si riconferma città del Natale con tanti appuntamenti in chiave fantasy. Le feste si accendono nel centro storico con appuntamenti da non perdere come il raduno “Harry Potter Never Ends” in programma dal 9 al 10 dicembre, i mercatini in centro e il lago di ghiaccio su cui pattinare. Oltre 100 espositori, ambulanti, hobbisti, produttori locali, tutta la cittadina sarà interessata dalla fiera di Natale che animerà il week end dell’Immacolata. Alle 17.30 di domani, 8 dicembre, verrà inaugurata anche la casa di Babbo Natale.

ASCOLI PICENO

Villaggio di Natale anche ad Ascoli. L’inaugurazione è in programma per domani, 8 dicembre in piazza Arringo dove, come da tradizione le casette in legno proporranno prodotti artigianali ed enogastronomici di vario genere. Non mancherà anche la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Tanti anche gli appuntamenti nei musei con visite guidate e laboratori. Domani pomeriggio, alle 15.30 e domenica alle 10.30 è in programma “Ascoli fra 300 e 400: la storia il costume ed i costumi”, un percorso guidato tra storia, tradizioni e cultura.

nataleA Macerata: 

Solidarietà per gli animali, cani e gatti che cercano casa. Domani (8 dicembre), domenica 10, il 16 e 17 dicembre, le associazioni “Pelosetti randagiosi Onlus” e “Rifugio del cane di Colle Altino”, rappresentata da Roberto Cola di Camerino, in collaborazione con il Verde Caffè, organizzano quattro giornate dedicate ad aiutare gli animali in cerca di una famiglia. In corso della Repubblica, davanti al Verde Caffè a Macerata, a partire dalle 10 per tutta la giornata, sarà presente un banchetto per la raccolta fondi e non mancheranno anche alcuni cani e gatti che non vedono l’ora di trovare il loro nuovo padrone. Quattro giorni pensati per fare del bene e per lanciare un messaggio di solidarietà.

Read more

Da Serrapetrona a Civitanova
inaugurato sul Corso l’Emporio Quacquarini / VIDEO

quacquarini Vini, dolci, salumi e altre prelibatezze del territorio, Quacquarini apre il suo Emporio a Civitanova su corso Umberto I, in pieno centro.

Un locale progettato e realizzato dallo studio Officina Zero di Porto Sant’Elpidiopensato per dare la possibilità a tutti di assaporare, degustare e acquistare i prodotti che spaziano dal vino ai dolci. Un emporio – ristorante aperto dalla mattina alla sera dove si possono fare acquisti, ma ci si può anche fermare per una piacevole pausa pranzo o per una cena.

Un format nuovo che mette insieme i prodotti di qualità che da sempre sono il punto di forza dell’azienda di Serrapetrona e la convivialità. Nel nuovo ristorante firmato Quacquarini non si potrà solo andare alla ricerca di prodotti del territorio, ma anche assaggiare, seduti a tavola, molte tra le eccellenze marchigiane.

quacquariniTrenta posti circa all’interno e uno spazio all’aperto in un locale accogliente, elegante e arredato con gusto: una vetrina importante in un luogo di prestigio per allargare gli orizzonti.

 

Read more

Tipicità 2018, il crocevia della qualità / VIDEO

Presentazione ufficiale di Tipicità 2018 a Milano, in una sala gremita nella sede dell’ANCI Lombardia.
A condurre l’evento che si è tenuto ieri (4 marzo) il duo Ardemagni-Poli, volti e voci di Rai Caterpillar. Una mattinata intensa, riccca di suggestioni che come accade nella tre giorni di Tipicità coinvolgono i cinque i sensi. Musica con grandi performances eseguite dal vivo e degustazioni di eccellenze del territorio per iniziare col piede giusto il conto alla rovescia verso il 3 marzo, giorno in cui avrà inizio l’edizione del 2018. 

tipicitàTra le dolci colline del Fermano, infatti, dal 3 al 5 marzo come da tradizione va “in onda” la ventiseiesima edizione di Tipicità, organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con la Camera di commercio di Fermo e tanti enti pubblici e partner privati. “Oltre 100 gli eventi in programma e 300 le realtà partecipanti – ha esordito il direttore Angelo Serri – per un Festival che negli anni è diventato un punto di riferimento nazionale, con tante “contaminazioni” internazionali e personaggi noti al grande pubblico”.

tipicitàAnnunciati i primi grandi nomi di Tipicità 2018, tra i quali Emma d’Acquino, conduttrice del TG1-RAI, ed il tristellato chef Enrico Cerea. Non sarà una fiera, ma un articolato sistema comprendente tanti contenitori tematici per immergersi nei “cluster del buon vivere”: qui si ricomincia dalla terra, con un grande giardino delle biodiversità da vivere tra animazioni, laboratori e l’incontro con varietà vegetali in via d’estinzione. Naturalmente il cibo è al centro dell’attenzione, con tante proposte per calarsi nell’incanto della cultura enogastronomica del territorio: Bollicine di Marche, percorso nel quale degustare tutte le espressioni sparkling del “vigneto Marche”; Birra di Marca, che ospita le migliori produzioni di birre artigianali ed agricole; Orizzonte Bio, che mette a contatto il visitatore direttamente con i personaggi, le produzioni ed i terroir della scelta biologica in agricoltura. Il Salone delle qualità enogastronomiche ed il Mercatino delle specialità completano la full immersion tra i cibi locali e si aprono all’incontro con culture italiane ed internazionali: Ai confini del gusto è il contenitore nel quale, ogni anno, realtà estere ed il circuito delle Piccole Italie s’incontrano… nel piatto di Tipicità! In questa edizione ci sarà l’Isola d’Elba, ma anche confronti con Cina, Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Kazakistan, Moldova ed altri Paesi.
Tuttavia, quel grande contenitore di eventi qual è Tipicità contempla altri numerosi momenti, da vivere: in Accademia, dove si assiste a performance-spettacolo di grandi chef che esaltano il connubio prodotti-territorio, nel Teatro dei Sapori, all’interno del quale sono invece le realtà locali e quelle ospiti a proporre “viaggi del gusto” con presentazioni e degustazioni guidate, mentre a Marche Book Style si esplora il territorio attraverso narrazione e racconto. Inoltre, accanto al cibo, si aprono aree dedicate al “vivere il territorio”, come Tipicità Experience, vero e proprio Grand Tour nelle identità delle Marche, delle “Piccole Italie” e del mondo, insieme ad Art&Genius, expo-laboratorio di manualità, creatività ed innovazione, per ribadire che l’Italia che vince è quella delle sfumature, geniale, creativa ed innamorata del territorio. E la sera, nel suggestivo centro storico di Fermo in un contesto architettonico “da salotto buono”, continua l’esperienza tra cultura, performance e buon cibo, con il programma Tipicità in the city.

Read more

ANCONA, eventi Comments (0) |

“Sensi unici – Oltre il visibile”
Una mostra a Senigallia per la giornata della disabilità

Una mostra d’arte per celebrare al meglio la “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”. Tutto questo in una location d’eccezione: la suggestiva Rocca Roveresca di Senigallia. 
Una mostra d’arte tattile dedicata ai disabili che saranno i protagonisti. “Sensi unici – Oltre il visibile”, è questo il titolo dell’esposizione, curata dall’organizzatrice di eventi d’arte e critica d’arte Mary Sperti della MS Eventi, cui hanno deciso di partecipare 23 artisti provenienti da tutta Italia e anche dall’Europa.

    Claudia Casavecchia del Mibact Polo Museale delle Marche e Mary Sperti della Ms Eventi

Pittura, scultura e poesie in Braille risplenderanno come un vero e proprio inno al mondo della disabilità.  “L’accesso alla cultura è un diritto fondamentale sancito dalla convenzione dell’Onu sui diritti delle persone con disabilità”, principio sposato anche dal Polo Museale delle Marche e dal suo direttore Peter Aufreiter. Arte e cultura fanno da riflesso alla più alta forma di etica. Si aprirà il sipario sul vernissage il 3 dicembre alle 16.30, all’interno della Rocca Roveresca, alla presenza di tutte le autorità civili e istituzionali.

Tanti gli artisti che hanno deciso di omaggiare il mondo della disabilità con le proprie opere: Andrea Dubbini, Mary Sperti, Guido Armeni, Silvia Caiti, Simonetta Ceriachi, Silviu Petroianu, Antonella Bosio, Daniele Baldoni, Domenico Asmone, Enne Mercedes, Rosanna Fattorini, Mario Formica, Giorgia Gigi, Paolo Graziani, Alessandra Martini (giovane artista, di soli 15 anni, ipovedente) Lubica Ema Mazik, Marco Perna, Federica Pigmei, Diego Santamaria, Gianni Serra, Emilio Sgorbati, Gianfranco Vanucci e Manuela Pino. 

Read more