Le Marche con i bambini, la guida che mancava

marche coi bambiniSilvia Alessandrini Calisti, Vissia Lucarelli, Lucia Paciaroni. Tre donne, due mamme e una zia – a volte un ruolo ancora più difficile!

In questi anni di vita marchigiana ho avuto modo di conoscerle tutte e tre.

Tre donne, tre blogger, tre comunicatrici. 

E se il tre è il numero perfetto, un team così non poteva che “partorire” un’idea geniale. “Le Marche con i bambini“: è questo il titolo della guida pubblicata dalla casa editrice Giaconi che serviva alle famiglie per andare alla scoperta delle Marche in compagnia dei più piccoli. Centocinquantacinque pagine, divise in capitoli e in province con tanti consigli su cosa vedere, vivere, assaporare, provare e scoprire nel territorio.

marche coi bambiniNon una guida qualunque però, ma un racconto vissuto in prima persona da chi quando ha tempo libero ama viaggiare davvero. Un tour di esperienze vissute e raccontate alle famiglie con figli di età compresa tra 0 e 13 anni, una guida che verrà aggiornata ogni anno per essere sempre precisa e completa. Un insieme di consigli scritti in modo indipendente, esprimendo pareri in modo incondizionato, verificando tutto e dando indicazioni su modalità di accesso, orari e contatti dei luoghi proposti.

E tra le segnalazioni non ci sono solo musei, borghi o munumenti, ma anche parchi giochi pubblici, ristoranti adatti per le famiglie, itinerari per escursioni naturalistiche in montagna ed eventi da non perdere!

La guida si può acquistare in tutte le migliori librerie delle Marche e online sul sito di Giaconi Editore (acquista il libro qui). 

Read more

Domenica in campagna:
laboratori, letture e “Narra la Sibilla”

sibillaImmaginatevi un giardino, un vecchio fienile adibito a luogo per un’esposizione fotografia, aggiungete un frutteto con le piante piene di albicocche e pesche coloratissime, unite un uliveto e una distesa di verde dove in ogni angolo è animato con qualcosa di diverso. Ecco fatto, avete raggiunto “Il giardino della Sibilla”. Un mondo fatto di colori, profumi e sapori dove la casa editrice Giaconi ha deciso di ambientare anche la sua sede, il luogo ideale per presentare libri, organizzare eventi e letture per grandi e piccoli. E, un posto così magico non poteva che iniziare la stagione con tanti appuntamenti messi insieme da un unico filo conduttore: le Marche e i Sibillini, angoli di paradiso assolutamente da vedere e vivere almeno una volta nella vita.

L’appuntamento è per domenica 23 luglio, a partire dalle 15 fino al dopo cena (nel giardino saranno presenti stand gastronomici dove si protranno acquistare prodotti locali), in contrada Santa Croce 7/A a Recanati. Davvero tante le iniziative in programma dalle 17 in poi con letture pensate per bambini e laboratori sull’archeologia e dedicati ai profumi per grandi e piccoli (per i laboratori è previsto un contributo). Spazio a “Il bosco delle lucciole” e al “Giardino delle Fafalle” di Barbara Cerquetti, scrittrice locale che attraverso le leggende e gli aneddoti più particolari e curiosi racconta le Marche, presentazione de “Le Scontafavole” di Elene Belmontesi e del nuovo libro pubblicato dalla casa editrice “Racconti di Marche” pensato e scritto dalla blogger Nadia Stacchiotti.

Un momento della presentazione di “Narra la Sibilla” al Salone del libro di Torino

In serata l’appuntamento è con “Narra la Sibilla” uno spettacolo fatto di letture, interviste e testimoniante fotografiche proposto da Simone Giaconi, editore, da Erika Mariniello, giornalista e dalla fotografa Lucia Paciaroni. Un modo nuovo per raccontare le bellezze della regione attraverso un reading letterario multimediale che fa conoscere il territorio tra storie e leggende. Le letture e gli spettacoli sono gratuiti. 

Read more

Terremoto
Rumiz “Se perdiamo l’Appennino perdiamo noi stessi”

terremoto Paolo Rumiz, giornalista e scrittore italiano, al Salone Internazionale del libro di Torino parla del terremoto che ha colpito il centro Italia e le Marche. “Queste terre sono il nostro centro, sono il nostro cuore, sono la nostra identità. Questo senso forte di essere sulla spina dorsale del centro del Mediterraneo mi ha folgorato. Una terra, le Marche dove il bello, il sublime e nello stesso tempo il terribile, questa terra che ci scuote sotto, questa coesistenza è assolutamente impressionante. Arrivare a Castelluccio, in quella bellezza sublime e vedere i segni della distruzione è una cosa che fa impazzire. Se perdiamo l’Appennino, abbiamo perso noi stessi”.

Read more

Tipicità, il Grand Tour delle Marche
parte da Frasassi

Presentato il Grand Tour delle Marche 2017 nella meravigliosa sala dell’abisso Ancona, tanti i presenti tra amministratori, giornalisti e imprenditori 
frasassi tipicitàVivere le Marche è davvero il modo migliore per conoscerle. Dice bene lo slogan scelto da ANCI e Tipicità per il ciclo di eventi in programma per l’edizione del Grand tour 2017 presentato nella meravigliosa cornice delle Grotte di Frasassi a Genga, tra le stalattiti e le stalagmiti dell’abisso Ancona. Ben 28 appuntamenti in  programma, dalla trota di Sefro a Tipicià in blu, con la città dorica capitale della blu economy, passando per il brodetto alla zafferanella di Porto Recanati, quello in versione “rossa” di Porto San Giorgio. Il territorio fabrianese si presenta in versione turismo attivo con la “Frasassi Wild Experience”, mentre a Castelraimondo torna il rito dell’Infiorata del Corpus Domini. A Capodarco di Fermo appuntamento con il cinema dedicato al sociale, mentre Recanati propone “In festa con Giacomo” ed “Amantica”. Dal 1° luglio, fino alla fine di agosto, eccellenze marchigiane in mostra a Fermo, con una serie di appuntamenti per conoscere le singole specialità. E poi ancora eventi, come quelli dedicati alla patata dei Sibillini a Palmiano, al merletto a Venarotta, al Verdicchio a Matelica e a Montecarotto, ma anche al tartufo di Acqualagna ed al polentone di Piobbico. mappa grand tourPollenza propone la manifestazione del restauro e del mobile antico, mentre Montappone la Festa del cappello. Altri appuntamenti in programma: a Monte Urano, con la calzatura, ad Ascoli Piceno, con Ascoliva, a Castignano con Templaria, a Senigallia con Pane Nostrum e a Castelfidardo con il Premio Internazionale della Fisarmonica. Nell’autunno marchigiano spazio anche allo Stoccafisso di Porto Sant’Elpidio, ai sapori del bosco di Acquasanta Terme, alla mela rosa dei Sibillini di Montedinove ed alla Cicerchia di Serra de’ Conti. “Ripartiamo dagli oltre 250.000 visitatori dell’edizione 2016”, esordisce Angelo Serri, direttore di Tipicità, che ha specificato: “La novità di quest’anno è che ciascuno degli eventi diventa fruibile, a livello italiano ed internazionale, attraverso un’innovativa applicazione realizzata con un grande lavoro di squadra, che consente di costruire e poi acquistare un’esperienza di viaggio su misura.” frasassi tipicitàIl Grand Tour delle Marche – sottolinea Goffredo Brandoni, vicepresidente ANCI Marche – è il circuito di eventi promosso da Anci Marche e messo a punto dal team di Tipicità in occasione di EXPO 2015. Oggi è una realtà consolidata che conta ben 28 tappe in altrettante comunità locali. “Non si può prescindere dal turismo, parlando di sviluppo del sistema socio economico marchigiano”. Nunzio Tartaglia, direttore generale di UBI-Banca Popolare di Ancona, puntualizza che il grande valore aggiunto del Grand Tour è quello di creare una “forza di penetrazione” impensabile per le singole località e per i singoli eventi. Tutte le informazioni per godere al meglio l’esperienza Marche sono reperibili nella piattaforma www.tipicitaexperience.it, con pacchetti turistici appositamente concepiti, proposte di shopping aziendale e la possibilità di costruirsi il proprio “menù” di viaggio personale.

Read more

Primo maggio nelle Marche
5 cose da fare

Musei aperti, passeggiate, eventi dedicati alle tipicità gastronomiche, manifestazioni che ormai sono una tradizione. Il primo maggio è davvero una giornata da dedicare totalmente allo svago, al relax e allo stare insieme e nelle Marche certo non mancano le iniziative.
Tra le tante organizzate nella regione, nelle cinque province ecco alcuni eventi da non perdere. Se non avete ancora deciso cosa fare leggete qui, scegliete l’evento che fa per voi e partite per vivere questa terra che offre davvero tanto.

primo maggio Tutti ai giardini Diaz di Macerata per il Primo Maggio Ma(r)che Festival. Una due giorni di iniziative, a partire dalle 18 di oggi (30 aprile) e per tutta la giornata di domani (primo maggio)  dalla mattina alle 11 con animazione per bambini, stand gastronomici e musica dal vivo. Domenica 30 aprile si esibiranno i Green Revolution – Green Day Tribute, Reesut from Homeless Rock Fest, Always Loving Jah Sound e Rasta Skull Sound, Spaghetti a Detroit. Nella giornata del primo maggio concerto di Cristian Bugatti, in arte Bigo, che proporrà i suoi grandi successi.

Primo maggio al museo tra Mondolfo e Pesaro. A Mondolfo, uno dei borghi più belli d’Italia in provincia di Pesaro e Urbino, va in scena “Primavera al museo” con ingresso gratuito ai musei civici della città fortificata sul mare ogni sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 16.
Anche nella città di Rossini il giorno della festa del lavoro può essere dedicata alla visita dei musei aperti con due mostre imperdibili: “Rinascimento Segreto” e “City Lego®”. A Pesaro i musei civici di Palazzo Mosca e Casa Rossini saranno aperti dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19. Gli amanti dell’archeologia possono dedicare una visita all’area di via dell’Abbondanza aperta dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30. Da non perdere anche la grande mostra “City Lego®” al centro visivo Pesceria. La più grande città al mondo costruita con 7 milioni dei celebri mattoncini.

Ultima giornata di “Fritto Misto” ad Ascoli. Il tradizionale evento dedicato allo street food apre le porte alla primavera. Una bella occasione per assaggiare tra Piazza Arringo e Piazza del Popolo, tra le più belle d’Italia, alcune specialità gastronomiche marchigiane e non. Dalle olive all’ascolana fino ai panzerotti pugliesi, passsando per i cannoli siciliani e lo gnocco fritto emiliano.

primo maggio Fiera di San Ciriaco ad Ancona. Lungo Viale della Vittoria fino a piazza della Repubblica, in una suggestiva passeggiata sul lungomare, da stasera (30 aprile) alle 18, lunedì primo maggio a giovedì 4 animerà la città dalle 8 e trenta alle 24. Oltre 450 gli espositori tra stand gastronomici, artigiani e bancarelle di vario genere. Non mancano poi spettacoli di intrattenimento dedicati alla musica e alla moda.

primo maggio Grande Festa a Porto Sant’Elpidio. Tredicesima edizione per un evento che richiama sempre tantissimi presenti. Lunedì primo maggio ben 104 tra eventi, attrazioni e gonfiabili con una mostra mercato di oltre 400 espositori. Riconfermati anche gli appuntamenti tradizionali come il lancio del telefonino, il volo con l’elicotterio, pompieropoli, gli arcieri storici e il flash mob ma non solo perchè sono tante anche le novità in programma.

Read more

Week end e ponte del 25 aprile
Gli eventi da non perdere

Dopo le vacanze di Pasqua che nelle Marche hanno registrato un buon numero di turisti italiani e stanieri, i momenti liberi e di vacanza non sono finiti.  Anzi ci aspetta un fine settimana e un porte del 25 aprile con tanti eventi in programma nei prossimi giorni. Ecco quelli che abbiamo selezionato per voi nelle cinque province, da Pesaro Urbino a Fermo, passando per Ancona, Ascoli e Macerata.

eventi fermignano Pesaro Urbino – Torna per il 53 esimo anno il torneo storico del Palio della Rana a Fermignano, in provincia di Pesaro e Urbino. L’appuntamento è per domenica 23 aprile quando grazie ad una rievocazione storica che celebra una data importante si tornerà indietro nel tempo al 1607 quando il castello trovò la sua autonomia dal Ducato di Urbino. La corsa della rana in carriola è il momento clou della festa con una gara tra le sette agguerrite contrade cittadine. Un evento che coinvolge tutto il paese a partire da venerdì (21 aprile) con l’Assedio della Torre. Si prosegue poi sabato (22 aprile) con il torneo degli Arcieri del Palio “I Falchi del Castello”. Domenica grande sfilata del Corteo Storico del palio con un’esibizione degli sbandieratori di Arezzo. Nel pomeriggio, a partire dalle 16.30, il momento più atteso con la disputa della gara tra le contrade e la proclamazione dei vincitori del Palio della Rana.

eventi week end E’ Gran Festa dell’Aia. Fino a lunedì primo maggio, dalle 10 alle 18 ci si diverte tra la natura dei Vivai Pascucci, in provincia di Pesaro e Urbino. Una bella occasione per passare alcune giornate di festa in compagnia di famiglia e amici, passeggiando lungo l’argine del fiume, stando a contatto con gli animali in una fattoria didattica. Seguendo un percorso guidato (percorribile anche con passeggini e carrozzine) si potranno conoscere le piante e scoprire quali animali popolano questa zona, partecipando anche a dei laboratori per i bambini. Per chi vuole organizzare pranzi al sacco sono disponibili tavoli e sedie e prodotti tipici in vendita. La giornata in fattoria, patrocinata dal Comune di Pesaro, ha un costo di 4 euro a persona che comprende anche le attività laboratoriali. I bambini sotto i 3 anni non compiuti non pagano (per informazioni 0721289191).

—-

eventi verdeAncona – Visita guidata alla cittadella. Tornano le visite guidate curate dall’associazione “Sedici Forti di Ancona” in collaborazione con il Comune con l’obiettivo di portare i visitatori a riscoprire la fortezza e il Campo trincerato. Sabato (22 aprile) dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 (non è necessaria la prenotazione, si può venire in qualsiasi momento, la durata è di circa un’ora con ultima partenza prevista alle 18) l’appuntamento è all’ingresso del Parco della Cittadella, in via Circonvallazione. Fanno parte dell’itinerario anche il maneggio e l’area del segretariato Adriatico – Ionico, la cui apertura è gentilmente concessa dalla Regione Marche.

—-

eventi ascoli Ascoli Piceno – Torna Fritto Misto. Tredicesima edizione per l’evento che promuove lo street food e apre una primavera ricca di appuntamenti da non perdere. A fare da cornice ad una tra le più seguite manifestazioni della regione,  come da consuetudine è il centro storico di Ascoli tra Piazza Arringo e Piazza del Popolo che ospiteranno l’iniziativa in programma dal 22 aprile al primo maggio. Nel Palafritto, oltre mille metri quadrati di superficie, cuochi e friggitori saranno ai fornelli per preparare varie tipologie di ricette gustose a base di carne, pesce, ma anche dolci e verdure con tante novità. E per degustare un buon fritto l’ideale è sorseggiare anche un buon bicchiere di vino marchigiano che non può certo mancare.

Fermo- Mercatino “L’Antico e le Palme”. Appuntamento dedicato agli appassionati di arte e storia in programma a San Benedetto da sabato (22 aprile) a lunedì 24 dalle 10 alle 20. Espositori e professionisti nel settore dell’antiquariato proporanno oggetti rari e di grande valore. Una buona occasione per chi è alla ricerca di qualcosa di particolare e tra argenti, gioielli, quadri, stampe che vanno dal seicento al novecento, può trovare l’oggetto giusto.

eventi cappelloNella patria del cappello per la prima fashion week internazionale. Sabato (22 aprile) a Montappone, paese in provincia di Fermo verranno presentate le collezioni primavera estate, cappelli indossati da modelle e modelli e da alcuni ospiti illustri e testimonial. Il cappello sarà il protagonista assoluto con l’allestimento di alcuni scenari dedicati a questo accessorio, partendo dal museo del Cappello fino ad arrivare nel centro storico. L’evento, organizzato da RMM eventi in collaborazione con il Comune, con il Museo del Cappello di Montappone e la partnership de La Vie en Rouge Eventi, ha la finalità di valorizzare uno degli elementi tipici che caratterizzano la storia del luogo. Il pomeriggio prenderà il via alle 17 al museo del cappello e alle 18 proseguirà nel centro storico, davanti a Palazzo Riccucci.

eventi ristrutturazioneMacerata – Un week end dedicato alla casa. L’Expo Edile, in programma da venerdì a domenica (21-23 aprile), dalle 9 alle 19 al centro fiere di Villa Potenza, avrà come tema centale i lavori di adeguamento sismico degli edifici con un’attenzione particolare alla sicurezza e alla sostenibilità degli immobili. La tre giorni sarà un’occasione di confronto rivolta non solo ai professionisti del settore, ma anche a chi, magari in procinto di comprare o ristrutturare casa, può trovare qualche idea e qualche spunto (il costo del biglietto è di € 5 www.expoedile.it).

eventiTorna il Festival del Fumetto a Macerata. Da stasera (20 aprile) parte Ratatà l’evento che compie quattro anni e che riguarda il mondo del fumetto, dell’illustrazione e dell’editoria indipendente. La manifestazione animerà Macerata fino al 23 aprile. Incontri, workshop, feste, eventi dedicati al disegno e all’illustrazione organizzati in spazi pubblici e privati nel centro storico e nelle zone vicine. L’evento ricalcherà la formula dello scorso anno con artisti internazionali e nazionali che riempiranno musei, gallerie, locali commerciali della città accanto ad una mostra mercato ancora più ricca di collettive ed editori provenienti da tutta Europa, incontri dedicati anche ai bambini, concerti e performance musicali (ecco il programma).

 

Read more

Paolo e Francesca
tra storia e leggenda

gradara“Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse”. Vi suona famigliare? Certo, perché è un verso, forse uno dei più famosi, della Divina Commedia. Quinto canto, precisamente. Dante Alighieri non si riferiva a due personaggi inventati, ma a Paolo Malatesta e Francesca da Polenta. Più noti al mondo solo come “Paolo e Francesca“. Nonostante fossero cognati, i due si amavano. Ma il loro amore era più che mai osteggiato e finì molto male: Gianciotto, marito di Francesca e fratello di Paolo, li uccise.

E il libro di cui parla Dante nel IV canto della Divina Commedia, quello che li condusse alla scoperta del loro nascente amore, era quello che parlava della passione fra Lancillotto e Ginevra. Personaggi letterari, Paolo e Francesca? Anche, ma non solo. Gianciotto, infatti, era signore di Gradara e lo stesso Paolo, suo fratello, aveva possedimenti in questo paese. Proprio nel bellissimo borgo i due amanti si vedevano spesso. Ecco spiegato il motivo per il quale ancora oggi Gradara è tanto legata all’amore e alla storia dei due amanti della Divina Commedia.

Read more

Gradara
5 Cose da fare e da vedere

gradaraIdee e consigli per scoprire il borgo degli amanti Paolo e Francesca

Il Castello di Gradara

  1. Visitare il Castello.Tra i monumenti da non perdere nel paese di Paolo e Francesca c’è la Rocca che domina il borgo. Il maniero ospitò le principali famiglie dell’epoca medievale e rinascimentale e fu teatro di eventi storici e leggende. (Si organizzano visite guidate, per info )
  2. Perdersi nel centro storico. Vicoli, stradine, piazzette e punti caratteristici, il centro di Gradara è uno dei borghi fortificati medievali meglio conservati delle Marche e d’Italia. Fare una passeggiata in centro vi permetterà di scoprire tutti gli angoli più nascosti e caratteristici.
  3. Vivere un romantico week-end di San Valentino. Tra i numerosi eventi organizzati a Gradara c’è anche il week-end degli innamorati. Un fine settimana dedicato alle coppie, che in questo splendido luogo incantato possono vivere due giorni romantici.
  4. Fare una passeggiata lungo le mura. La cinta muraria che racchiude Gradara è rimasta intatta nel tempo. Da non perdere la possibilità di percorrere i camminamenti di ronda. Le mura sono un posto privilegiato da cui osservare il paese e il territorio circostante.
  5. Scoprire la storia di Paolo e Francesca

Read more