Homelike Villas in rete a San Valentino
Dormire in una dimora storica nel centro Italia

Paesaggio Mettere in rete dimore storiche collocate nel centro Italia, dare la possibilità a visitatori e turisti di vivere intensamente un territorio ricco di luoghi da scoprire. Un progetto ambizioso reso possibile grazie all’imprenditore settempedano Sandro Teloni che ha voluto ripartire dal centro Italia nel giorno di San Valentino per una proposta di una vacanza indimenticabile – da vivere fra Marche, Umbria e Toscana -, rivolta al mondo.

E’ un giorno speciale, la festa degli Innamorati, quello scelto per il lancio ufficiale nel web del suo nuovo progetto che prende il nome di “Villas in Italy”.

Una sfida, nata subito dopo il terremoto, che ha messo insieme forse la parte più bella d’Italia, quella di un Paese tutto da scoprire, genuino quanto autentico, ricco di tradizioni, storia, arte, cultura, fascino e tanto altro ancora.

Panorama 2Dalla sua San Severino Marche, e da una delle tante dimore storiche di questo incantevole territorio, l’imprenditore che con la sua famiglia e un gruppo sempre più numeroso di collaboratori da tempo ormai si occupa anche di incoming a tempo pieno, il 14 febbraio lancerà il sito www.homelikevillas.com, portale Internet e finestra sul mondo di un progetto che mette in rete le più belle ville del centro Italia per offrirle, in affitto per una o più settimane, a famiglie e gruppi.

“Abbiamo scelto San Valentino perché siamo innamorati di questa nostra terra, la festa degli innamorati perché prendersi una vacanza per noi è un gesto d’amore. E’ per questo che ci piace anche dire che ogni vacanza ha una favola da raccontare – spiega Teloni, che aggiunge – La nostra idea nasce dalla richiesta di molti turisti e visitatori di avere qualcosa di diverso e, soprattutto, tutto per sé e per le persone che si amano. A loro, infatti, affidiamo le nostre ville, a prezzi concorrenziali rispetto addirittura ai normali alberghi, offrendo insieme a una location unica anche una serie di servizi attraverso i nostri consulenti viaggi e vacanze, figure che si prendono cura del cliente con il quale hanno un rapporto alla pari. Si tratta di professionisti cui solo noi abbiamo pensato. Tutti possono diventare consulenti viaggi e vacanze: se ci sono giovani che conoscono le lingue, che amano le nostre terre e il turismo, possono farsi avanti perché questa per loro potrebbe essere anche una ottima occasione di lavoro. Abbiamo già famiglie che arrivano da noi dal Nord Europa, dai Paesi dell’Est e che, insieme alle chiavi delle nostre dimore, ci occupiamo di prendere per mano con l’aiuto dei consulenti viaggi e vacanze per accompagnarle alla scoperta di quello che queste nostre realtà possono offrire: monumenti, certo, ma anche botteghe artigiane, prodotti tipici, esperienze di vita e molto altro ancora. Ci occupiamo di ospitalità da tanto tempo, abbiamo seguito e anticipato i cambiamenti di un mondo in continua evoluzione. Il nostro obiettivo è far innamorare chi arriva da noi del nostro stesso amore per queste nostre terre”.

Al lancio il nuovo sito www.homelikevillas.com presenterà già una dozzina di ville ma del progetto fanno già parte tante altre dimore per le quali saranno messi progressivamente in rete video, immagini, descrizioni e caratteristiche insieme a una serie di informazioni utili, soprattutto sui servizi e sul territorio.

“Contiamo di coinvolgere in questa nostra iniziativa almeno un centinaio di proprietari nel corso del 2018. Chi possiede una villa o una dimora storica, infatti, può entrare a far parte della nostra community mettendo a reddito i propri immobili con costi di commissione di molto inferiori a quelli di tutti i nostri competitors. Alla fine dell’anno, comunque, avremo un migliaio di posti letto a disposizione nelle tre regioni del centro Italia dalle quali siamo partiti – commenta con soddisfazione Teloni, che conclude – Insieme alle vacanze le strutture di Villas in Italy sono già pronte per ospitare cerimonie come matrimoni, cresime, comunioni, feste aziendali, ricevimenti vari. Il nostro cuore batte per far battere il cuore dei nostri ospiti. Questa è la nostra vera missione”.

Read more

Tipicità 2018 si presenta a Pesaro
Tra gli eventi torna il Marche Book Style

Anteprima speciale per Tipicità 2018 che, nell’anno rossiniano e in quello del cibo italiano, si presenta a Pesaro.

Con lo slogan “il crocevia delle qualità”, la ventiseiesima edizione di Tipicità, come da tradizione, si svolgerà al Fermo Forum dal 3 al 5 marzo. Un’edizione che parte con grandi numeri: il sold out nel padiglione, con 200 realtà espositrici, oltre 100 incontri in programma, 20 delegazioni dall’Italia e dall’estero.

tipicitàOrganizzata dal Comune di Fermo, con UBI Banca nel ruolo di project partner e con la collaborazione della Regione Marche, delle Università di Ancona, Camerino e Macerata, insieme ad una nutrita squadra di enti locali ed aziende leader del territorio, Tipicità 2018 è soprattutto un punto d’incontro di conoscenze ed esperienze.

Cibo, turismo e manualità, sono i tre padiglioni tematici che caratterizzano la manifestazione, articolati in aree specifiche che raccontano le mille sfumature marchigiane: Orizzonte Bio, Bollicine di Marche, Birra Artigianale, Bio Garden.

Marche al centro della scena, ma a confronto con altre comunità italiane: Isola d’Elba, Lecco e Como, il Lago D’Orta, i Parchi Letterari, le Piccole Italie. Dall’estero sono attese diverse delegazioni, con la conferma della Russia e di un’area Cina curata dall’Istituto Confucio. Confronti anche con Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti, alla ricerca di nuove vie per i nostri operatori.

Focus speciali sul cibo del futuro, la biodiversità, la rigenerazione dopo il sisma, la qualità nelle sue nuove forme, il genius loci Marche, tra Rossini e Leopardi. Iniziative speciali, con l’innovativo contest “Wine Hackathon” e l’omaggio all’anno del cibo italiano ed al “maestro” Gualtiero Marchesi. In programma anche tantissimi eventi per i più giovani, per educare, divertendo, ad uno stile di vita sano ed attento alla qualità. Non manca poi, anche quest’anno l’appuntamento dedicato ai libri. Torna il Marche Book Style, organizzato dalla casa editrice Giaconi e da Vivi le Marche. Nella tre giorni del festival scrittori, comunicatori e nuovi visionari  si alternano in dibattiti e presentazioni di libri  per raccontare le meraviglie della regione.

tipicitàMolti i volti noti che saranno protagonisti a Tipicità, da Emma d’Aquino del TG1-RAI a Marco Ardemagni e Cinzia Poli di Caterpillar, dall’enologo “star” Riccardo Cotarella ad una brigata di chef di livello mondiale, tra i quali Chicco Cerea, Enrico Derflingher, Claudio Sadler, Rocco Pozzulo, Maia Tsakanova, Paolo Gramaglia, Silvia Baracchi, Riccardo Lucque, Michele Massari, Davide Botta e, con loro, i marchigiani Stefano Ciotti, Enrico Mazzaroni, Daniele Patti e molti altri ancora.

Tipicità 2018 sarà completamente fruibile attraverso un’app con la quale sarà possibile prenotarsi agli eventi, ma anche disporre di tante altre funzioni, come ad esempio interagire con le piante del Bio Garden.

E nel dopo Festival, un salto nell’accogliente centro storico di Fermo con Tipicità in the City.

Read more

Béraudy presenta il suo secondo romanzo
“Il gatto con la coda rotta”

romanzo maurice beraudy Si chiama Maurice Béraudy, nasce ad Ancona da padre francese e madre italiana, lavora come impiegato, ma è da sempre appassionato di letteratura e storia. Gran conoscitore delle Marche che oltre alle bellezze racchiudono anche tanti misteri, dopo il successo del romanzo d’esordio, “Il domatore di ragni”, scritto nel 2010, pubblica il suo secondo lavoro ambientato nel territorio, “Il gatto con la coda rotta”. 

LA TRAMA – 217 a. C. – 1369. Più di millecinquecento anni dividono i tre personaggi principali del romanzo storico: Annibale Barca, il console Caio Giulio Flacco Piceno e messer Bartolo, medico di Racanati. I loro destini sono legati da un mistero che si cela nel territorio dell’antica colonia romana di Potentia. Per svelarlo, Bartolo e i suoi amici dovranno affrontare un viaggio che li porterà a scoprire le bellezze e le peculiarità di alcuni dei luoghi più suggestivi delle Marche.

Read more

L’arco di Augusto e il mistero di Vitruvio
scopri Fano e le sue bellezze

fanoUna porta d’accesso alla città, un arco conosciuto come quello di Augusto che si varca per accedere all’antica Fano, proprio nel punto in cui la via Flaminia si incontra con il decumano massimo. Tra i simboli della città della fortuna, in provincia di Pesaro e Urbino, l’arco d’Augusto è uno dei principali segni dell’epoca romana che sono rimasti quasi completamente intatti.

Secondo fonti storiche sembra che la porta fu fatta edificare dall’imperatore Ottaviano Augusto nel 9 secolo d.C., nell’anno del suo 32° tribunato. Raffigurato nella sua interezza sulla facciata della chiesa di San Michele che si trova proprio lì accanto e dal 2016 ospita il museo della via Flaminia, è caratterizzato da tre archi, il più grande centrale sotto cui passavano i carri e i cavalli, mentre le altre due porte più piccole laterali destinate a chi accedeva a piedi. Ai lati i due torrioni da cui partivano le mura che circondavano completamente il centro.

E se l’arco di Augusto è suggestivo, soprattutto in notturna quando è illuminato e appare nel pieno del suo fascino, il museo della via Flaminia è ancora più particolare e interessante. Aperto non molto tempo fa questo luogo di grande interesse culturale arricchisce l’offerta di Fano che già non manca di attrattive. E’ qui, in un luogo antico allestito con strutture e strumentazioni moderne e d’avanguardia, che si aggiunge un tassello importante all’articolato sistema archeologico dell’epoca, romana puntando l’accento su uno tra i più curiosi aspetti della storia. Fano, secondo le testimonianze, è infatti l’unica città dove l’architetto Vitruvio, autore del De Architectura, sostiene di aver costruito una basilica che però in città non è mai stata ufficialmente rinvenuta. Ed è proprio questo il quesito su cui da tempo si interrogano gli studiosi: dove si trovava esattamente la basilica di Vitruvio?

Secondo alcuni, nonostante la precisa descrizione nel V libro di quello che è diventato il fondamento teorico dell’architettura occidentale, sembra non sia mai stata costruita. Visitando il museo, attraverso schermi touch, si può esplorare la Fanum Romana con delle preziose ricostruzioni virtuali 3D del teatro e dell’Arco di Augusto e si può approfondire anche il mistero vitruviano con documenti e testimonianze preziose.

Read more

Mercatini ed eventi di Natale, 5 idee

Viverle tutto l’anno, assaporarle in ogni stagione, con ogni colore e sfumatura. Le Marche sono sempre meravigliose, ma a Natale o nelle settimane che precedono questa festa sono ancora più ricche di proposte, scorci interessanti ed eventi da non perdere.

natale Gli appuntamenti in programma sono tantissimi e per non fare torno a nessuno è bene sottolineare che questi sono solo consigli, idee per vivere le Marche nei prossimi giorni, tra mercatini, eventi e iniziative particolari. Un’idea per ogni provincia anche se c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

PESARO E URBINO

Candele a Candelara. Ormai passeggiare per questo borgo in provincia di Pesaro e Urbino, tra bancarelle che propongono candele e oggetti di artigianato è diventato un must. Non potete perdervi, in questo fine settimana, da domani a domenica (8-10 dicembre) questo evento adatto a grandi, piccoli, agli innamorati, ai single, a tutti quelli che vogliono godersi lo spettacolo di un piccolo centro, ben curato e caratteristico, addobbato a festa e pieno di fermento. E, come da tradizione, non perdetevi lo spegnimento della luce artificiale e lo spettacolo di vedere il centro storico illuminato solo dalla luce delle candele. Questa magia accade due volte al giorno ed è un’esperienza da provare.

ANCONA

Anche in questa parte di Marche, un territorio ricchissimo di luoghi da non perdere, sono davvero tante le iniziative in calendario per Natale. Tra i tanti eventi il consiglio è di fare una passeggiata a Castelbellino. Un piccolo centro dell’entroterra, una bomboniera dove ogni anno prima di Natale, i mercatini di artigianato e gastronomia, rendono ancora più magici i vicoli. In questo week end, dall’8 al 10 dicembre, andate alla ricerca di un regalo originale da mettere sotto l’albero.

natale MACERATA

Le luci si accendono anche in tutta la provincia di Macerata con piste di pattinaggio che aprono al pubblico e, grazie alla neve che ha coperto le montagne, piste da sci che aprono i battenti. Da non perdere poi le iniziative in programma che anche in questo caso non mancano. Tra tutti gli eventi, mercatini e tradizionali appuntamenti spiccano le novità. Dal 14 al 17 dicembre fate una passeggiata nel centro storico di Macerata e partecipate alla prima edizione di “L’Italia in un bicchiere”, il primo evento dedicato al vino e alle tipicità gastronomiche di ben 16 regioni diverse d’Italia ideato e organizzato dall’associazione Mc food&drink che mette insieme diversi ristoranti e bar del centro storico. In una mappa preparata per l’occasione si potranno vedere i locali che aderiscono all’iniziativa per organizzare un tour tra le eccellenze enogastronomiche d’Italia.

natale FERMO

Sarà la magia la protagonista a Fermo che anche quest’anno, in una provincia ricchissima di eventi, si riconferma città del Natale con tanti appuntamenti in chiave fantasy. Le feste si accendono nel centro storico con appuntamenti da non perdere come il raduno “Harry Potter Never Ends” in programma dal 9 al 10 dicembre, i mercatini in centro e il lago di ghiaccio su cui pattinare. Oltre 100 espositori, ambulanti, hobbisti, produttori locali, tutta la cittadina sarà interessata dalla fiera di Natale che animerà il week end dell’Immacolata. Alle 17.30 di domani, 8 dicembre, verrà inaugurata anche la casa di Babbo Natale.

ASCOLI PICENO

Villaggio di Natale anche ad Ascoli. L’inaugurazione è in programma per domani, 8 dicembre in piazza Arringo dove, come da tradizione le casette in legno proporranno prodotti artigianali ed enogastronomici di vario genere. Non mancherà anche la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Tanti anche gli appuntamenti nei musei con visite guidate e laboratori. Domani pomeriggio, alle 15.30 e domenica alle 10.30 è in programma “Ascoli fra 300 e 400: la storia il costume ed i costumi”, un percorso guidato tra storia, tradizioni e cultura.

nataleA Macerata: 

Solidarietà per gli animali, cani e gatti che cercano casa. Domani (8 dicembre), domenica 10, il 16 e 17 dicembre, le associazioni “Pelosetti randagiosi Onlus” e “Rifugio del cane di Colle Altino”, rappresentata da Roberto Cola di Camerino, in collaborazione con il Verde Caffè, organizzano quattro giornate dedicate ad aiutare gli animali in cerca di una famiglia. In corso della Repubblica, davanti al Verde Caffè a Macerata, a partire dalle 10 per tutta la giornata, sarà presente un banchetto per la raccolta fondi e non mancheranno anche alcuni cani e gatti che non vedono l’ora di trovare il loro nuovo padrone. Quattro giorni pensati per fare del bene e per lanciare un messaggio di solidarietà.

Read more

Le Marche con i bambini, la guida che mancava

marche coi bambiniSilvia Alessandrini Calisti, Vissia Lucarelli, Lucia Paciaroni. Tre donne, due mamme e una zia – a volte un ruolo ancora più difficile!

In questi anni di vita marchigiana ho avuto modo di conoscerle tutte e tre.

Tre donne, tre blogger, tre comunicatrici. 

E se il tre è il numero perfetto, un team così non poteva che “partorire” un’idea geniale. “Le Marche con i bambini“: è questo il titolo della guida pubblicata dalla casa editrice Giaconi che serviva alle famiglie per andare alla scoperta delle Marche in compagnia dei più piccoli. Centocinquantacinque pagine, divise in capitoli e in province con tanti consigli su cosa vedere, vivere, assaporare, provare e scoprire nel territorio.

marche coi bambiniNon una guida qualunque però, ma un racconto vissuto in prima persona da chi quando ha tempo libero ama viaggiare davvero. Un tour di esperienze vissute e raccontate alle famiglie con figli di età compresa tra 0 e 13 anni, una guida che verrà aggiornata ogni anno per essere sempre precisa e completa. Un insieme di consigli scritti in modo indipendente, esprimendo pareri in modo incondizionato, verificando tutto e dando indicazioni su modalità di accesso, orari e contatti dei luoghi proposti.

E tra le segnalazioni non ci sono solo musei, borghi o munumenti, ma anche parchi giochi pubblici, ristoranti adatti per le famiglie, itinerari per escursioni naturalistiche in montagna ed eventi da non perdere!

La guida si può acquistare in tutte le migliori librerie delle Marche e online sul sito di Giaconi Editore (acquista il libro qui). 

Read more

Domenica in campagna:
laboratori, letture e “Narra la Sibilla”

sibillaImmaginatevi un giardino, un vecchio fienile adibito a luogo per un’esposizione fotografia, aggiungete un frutteto con le piante piene di albicocche e pesche coloratissime, unite un uliveto e una distesa di verde dove in ogni angolo è animato con qualcosa di diverso. Ecco fatto, avete raggiunto “Il giardino della Sibilla”. Un mondo fatto di colori, profumi e sapori dove la casa editrice Giaconi ha deciso di ambientare anche la sua sede, il luogo ideale per presentare libri, organizzare eventi e letture per grandi e piccoli. E, un posto così magico non poteva che iniziare la stagione con tanti appuntamenti messi insieme da un unico filo conduttore: le Marche e i Sibillini, angoli di paradiso assolutamente da vedere e vivere almeno una volta nella vita.

L’appuntamento è per domenica 23 luglio, a partire dalle 15 fino al dopo cena (nel giardino saranno presenti stand gastronomici dove si protranno acquistare prodotti locali), in contrada Santa Croce 7/A a Recanati. Davvero tante le iniziative in programma dalle 17 in poi con letture pensate per bambini e laboratori sull’archeologia e dedicati ai profumi per grandi e piccoli (per i laboratori è previsto un contributo). Spazio a “Il bosco delle lucciole” e al “Giardino delle Fafalle” di Barbara Cerquetti, scrittrice locale che attraverso le leggende e gli aneddoti più particolari e curiosi racconta le Marche, presentazione de “Le Scontafavole” di Elene Belmontesi e del nuovo libro pubblicato dalla casa editrice “Racconti di Marche” pensato e scritto dalla blogger Nadia Stacchiotti.

Un momento della presentazione di “Narra la Sibilla” al Salone del libro di Torino

In serata l’appuntamento è con “Narra la Sibilla” uno spettacolo fatto di letture, interviste e testimoniante fotografiche proposto da Simone Giaconi, editore, da Erika Mariniello, giornalista e dalla fotografa Lucia Paciaroni. Un modo nuovo per raccontare le bellezze della regione attraverso un reading letterario multimediale che fa conoscere il territorio tra storie e leggende. Le letture e gli spettacoli sono gratuiti. 

Read more

Terremoto
Rumiz “Se perdiamo l’Appennino perdiamo noi stessi”

terremoto Paolo Rumiz, giornalista e scrittore italiano, al Salone Internazionale del libro di Torino parla del terremoto che ha colpito il centro Italia e le Marche. “Queste terre sono il nostro centro, sono il nostro cuore, sono la nostra identità. Questo senso forte di essere sulla spina dorsale del centro del Mediterraneo mi ha folgorato. Una terra, le Marche dove il bello, il sublime e nello stesso tempo il terribile, questa terra che ci scuote sotto, questa coesistenza è assolutamente impressionante. Arrivare a Castelluccio, in quella bellezza sublime e vedere i segni della distruzione è una cosa che fa impazzire. Se perdiamo l’Appennino, abbiamo perso noi stessi”.

Read more

Tipicità, il Grand Tour delle Marche
parte da Frasassi

Presentato il Grand Tour delle Marche 2017 nella meravigliosa sala dell’abisso Ancona, tanti i presenti tra amministratori, giornalisti e imprenditori 
frasassi tipicitàVivere le Marche è davvero il modo migliore per conoscerle. Dice bene lo slogan scelto da ANCI e Tipicità per il ciclo di eventi in programma per l’edizione del Grand tour 2017 presentato nella meravigliosa cornice delle Grotte di Frasassi a Genga, tra le stalattiti e le stalagmiti dell’abisso Ancona. Ben 28 appuntamenti in  programma, dalla trota di Sefro a Tipicià in blu, con la città dorica capitale della blu economy, passando per il brodetto alla zafferanella di Porto Recanati, quello in versione “rossa” di Porto San Giorgio. Il territorio fabrianese si presenta in versione turismo attivo con la “Frasassi Wild Experience”, mentre a Castelraimondo torna il rito dell’Infiorata del Corpus Domini. A Capodarco di Fermo appuntamento con il cinema dedicato al sociale, mentre Recanati propone “In festa con Giacomo” ed “Amantica”. Dal 1° luglio, fino alla fine di agosto, eccellenze marchigiane in mostra a Fermo, con una serie di appuntamenti per conoscere le singole specialità. E poi ancora eventi, come quelli dedicati alla patata dei Sibillini a Palmiano, al merletto a Venarotta, al Verdicchio a Matelica e a Montecarotto, ma anche al tartufo di Acqualagna ed al polentone di Piobbico. mappa grand tourPollenza propone la manifestazione del restauro e del mobile antico, mentre Montappone la Festa del cappello. Altri appuntamenti in programma: a Monte Urano, con la calzatura, ad Ascoli Piceno, con Ascoliva, a Castignano con Templaria, a Senigallia con Pane Nostrum e a Castelfidardo con il Premio Internazionale della Fisarmonica. Nell’autunno marchigiano spazio anche allo Stoccafisso di Porto Sant’Elpidio, ai sapori del bosco di Acquasanta Terme, alla mela rosa dei Sibillini di Montedinove ed alla Cicerchia di Serra de’ Conti. “Ripartiamo dagli oltre 250.000 visitatori dell’edizione 2016”, esordisce Angelo Serri, direttore di Tipicità, che ha specificato: “La novità di quest’anno è che ciascuno degli eventi diventa fruibile, a livello italiano ed internazionale, attraverso un’innovativa applicazione realizzata con un grande lavoro di squadra, che consente di costruire e poi acquistare un’esperienza di viaggio su misura.” frasassi tipicitàIl Grand Tour delle Marche – sottolinea Goffredo Brandoni, vicepresidente ANCI Marche – è il circuito di eventi promosso da Anci Marche e messo a punto dal team di Tipicità in occasione di EXPO 2015. Oggi è una realtà consolidata che conta ben 28 tappe in altrettante comunità locali. “Non si può prescindere dal turismo, parlando di sviluppo del sistema socio economico marchigiano”. Nunzio Tartaglia, direttore generale di UBI-Banca Popolare di Ancona, puntualizza che il grande valore aggiunto del Grand Tour è quello di creare una “forza di penetrazione” impensabile per le singole località e per i singoli eventi. Tutte le informazioni per godere al meglio l’esperienza Marche sono reperibili nella piattaforma www.tipicitaexperience.it, con pacchetti turistici appositamente concepiti, proposte di shopping aziendale e la possibilità di costruirsi il proprio “menù” di viaggio personale.

Read more

Primo maggio nelle Marche
5 cose da fare

Musei aperti, passeggiate, eventi dedicati alle tipicità gastronomiche, manifestazioni che ormai sono una tradizione. Il primo maggio è davvero una giornata da dedicare totalmente allo svago, al relax e allo stare insieme e nelle Marche certo non mancano le iniziative.
Tra le tante organizzate nella regione, nelle cinque province ecco alcuni eventi da non perdere. Se non avete ancora deciso cosa fare leggete qui, scegliete l’evento che fa per voi e partite per vivere questa terra che offre davvero tanto.

primo maggio Tutti ai giardini Diaz di Macerata per il Primo Maggio Ma(r)che Festival. Una due giorni di iniziative, a partire dalle 18 di oggi (30 aprile) e per tutta la giornata di domani (primo maggio)  dalla mattina alle 11 con animazione per bambini, stand gastronomici e musica dal vivo. Domenica 30 aprile si esibiranno i Green Revolution – Green Day Tribute, Reesut from Homeless Rock Fest, Always Loving Jah Sound e Rasta Skull Sound, Spaghetti a Detroit. Nella giornata del primo maggio concerto di Cristian Bugatti, in arte Bigo, che proporrà i suoi grandi successi.

Primo maggio al museo tra Mondolfo e Pesaro. A Mondolfo, uno dei borghi più belli d’Italia in provincia di Pesaro e Urbino, va in scena “Primavera al museo” con ingresso gratuito ai musei civici della città fortificata sul mare ogni sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 16.
Anche nella città di Rossini il giorno della festa del lavoro può essere dedicata alla visita dei musei aperti con due mostre imperdibili: “Rinascimento Segreto” e “City Lego®”. A Pesaro i musei civici di Palazzo Mosca e Casa Rossini saranno aperti dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19. Gli amanti dell’archeologia possono dedicare una visita all’area di via dell’Abbondanza aperta dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30. Da non perdere anche la grande mostra “City Lego®” al centro visivo Pesceria. La più grande città al mondo costruita con 7 milioni dei celebri mattoncini.

Ultima giornata di “Fritto Misto” ad Ascoli. Il tradizionale evento dedicato allo street food apre le porte alla primavera. Una bella occasione per assaggiare tra Piazza Arringo e Piazza del Popolo, tra le più belle d’Italia, alcune specialità gastronomiche marchigiane e non. Dalle olive all’ascolana fino ai panzerotti pugliesi, passsando per i cannoli siciliani e lo gnocco fritto emiliano.

primo maggio Fiera di San Ciriaco ad Ancona. Lungo Viale della Vittoria fino a piazza della Repubblica, in una suggestiva passeggiata sul lungomare, da stasera (30 aprile) alle 18, lunedì primo maggio a giovedì 4 animerà la città dalle 8 e trenta alle 24. Oltre 450 gli espositori tra stand gastronomici, artigiani e bancarelle di vario genere. Non mancano poi spettacoli di intrattenimento dedicati alla musica e alla moda.

primo maggio Grande Festa a Porto Sant’Elpidio. Tredicesima edizione per un evento che richiama sempre tantissimi presenti. Lunedì primo maggio ben 104 tra eventi, attrazioni e gonfiabili con una mostra mercato di oltre 400 espositori. Riconfermati anche gli appuntamenti tradizionali come il lancio del telefonino, il volo con l’elicotterio, pompieropoli, gli arcieri storici e il flash mob ma non solo perchè sono tante anche le novità in programma.

Read more