Homelike Villas in rete a San Valentino
Dormire in una dimora storica nel centro Italia

Paesaggio Mettere in rete dimore storiche collocate nel centro Italia, dare la possibilità a visitatori e turisti di vivere intensamente un territorio ricco di luoghi da scoprire. Un progetto ambizioso reso possibile grazie all’imprenditore settempedano Sandro Teloni che ha voluto ripartire dal centro Italia nel giorno di San Valentino per una proposta di una vacanza indimenticabile – da vivere fra Marche, Umbria e Toscana -, rivolta al mondo.

E’ un giorno speciale, la festa degli Innamorati, quello scelto per il lancio ufficiale nel web del suo nuovo progetto che prende il nome di “Villas in Italy”.

Una sfida, nata subito dopo il terremoto, che ha messo insieme forse la parte più bella d’Italia, quella di un Paese tutto da scoprire, genuino quanto autentico, ricco di tradizioni, storia, arte, cultura, fascino e tanto altro ancora.

Panorama 2Dalla sua San Severino Marche, e da una delle tante dimore storiche di questo incantevole territorio, l’imprenditore che con la sua famiglia e un gruppo sempre più numeroso di collaboratori da tempo ormai si occupa anche di incoming a tempo pieno, il 14 febbraio lancerà il sito www.homelikevillas.com, portale Internet e finestra sul mondo di un progetto che mette in rete le più belle ville del centro Italia per offrirle, in affitto per una o più settimane, a famiglie e gruppi.

“Abbiamo scelto San Valentino perché siamo innamorati di questa nostra terra, la festa degli innamorati perché prendersi una vacanza per noi è un gesto d’amore. E’ per questo che ci piace anche dire che ogni vacanza ha una favola da raccontare – spiega Teloni, che aggiunge – La nostra idea nasce dalla richiesta di molti turisti e visitatori di avere qualcosa di diverso e, soprattutto, tutto per sé e per le persone che si amano. A loro, infatti, affidiamo le nostre ville, a prezzi concorrenziali rispetto addirittura ai normali alberghi, offrendo insieme a una location unica anche una serie di servizi attraverso i nostri consulenti viaggi e vacanze, figure che si prendono cura del cliente con il quale hanno un rapporto alla pari. Si tratta di professionisti cui solo noi abbiamo pensato. Tutti possono diventare consulenti viaggi e vacanze: se ci sono giovani che conoscono le lingue, che amano le nostre terre e il turismo, possono farsi avanti perché questa per loro potrebbe essere anche una ottima occasione di lavoro. Abbiamo già famiglie che arrivano da noi dal Nord Europa, dai Paesi dell’Est e che, insieme alle chiavi delle nostre dimore, ci occupiamo di prendere per mano con l’aiuto dei consulenti viaggi e vacanze per accompagnarle alla scoperta di quello che queste nostre realtà possono offrire: monumenti, certo, ma anche botteghe artigiane, prodotti tipici, esperienze di vita e molto altro ancora. Ci occupiamo di ospitalità da tanto tempo, abbiamo seguito e anticipato i cambiamenti di un mondo in continua evoluzione. Il nostro obiettivo è far innamorare chi arriva da noi del nostro stesso amore per queste nostre terre”.

Al lancio il nuovo sito www.homelikevillas.com presenterà già una dozzina di ville ma del progetto fanno già parte tante altre dimore per le quali saranno messi progressivamente in rete video, immagini, descrizioni e caratteristiche insieme a una serie di informazioni utili, soprattutto sui servizi e sul territorio.

“Contiamo di coinvolgere in questa nostra iniziativa almeno un centinaio di proprietari nel corso del 2018. Chi possiede una villa o una dimora storica, infatti, può entrare a far parte della nostra community mettendo a reddito i propri immobili con costi di commissione di molto inferiori a quelli di tutti i nostri competitors. Alla fine dell’anno, comunque, avremo un migliaio di posti letto a disposizione nelle tre regioni del centro Italia dalle quali siamo partiti – commenta con soddisfazione Teloni, che conclude – Insieme alle vacanze le strutture di Villas in Italy sono già pronte per ospitare cerimonie come matrimoni, cresime, comunioni, feste aziendali, ricevimenti vari. Il nostro cuore batte per far battere il cuore dei nostri ospiti. Questa è la nostra vera missione”.

Read more

Tipicità 2018 si presenta a Pesaro
Tra gli eventi torna il Marche Book Style

Anteprima speciale per Tipicità 2018 che, nell’anno rossiniano e in quello del cibo italiano, si presenta a Pesaro.

Con lo slogan “il crocevia delle qualità”, la ventiseiesima edizione di Tipicità, come da tradizione, si svolgerà al Fermo Forum dal 3 al 5 marzo. Un’edizione che parte con grandi numeri: il sold out nel padiglione, con 200 realtà espositrici, oltre 100 incontri in programma, 20 delegazioni dall’Italia e dall’estero.

tipicitàOrganizzata dal Comune di Fermo, con UBI Banca nel ruolo di project partner e con la collaborazione della Regione Marche, delle Università di Ancona, Camerino e Macerata, insieme ad una nutrita squadra di enti locali ed aziende leader del territorio, Tipicità 2018 è soprattutto un punto d’incontro di conoscenze ed esperienze.

Cibo, turismo e manualità, sono i tre padiglioni tematici che caratterizzano la manifestazione, articolati in aree specifiche che raccontano le mille sfumature marchigiane: Orizzonte Bio, Bollicine di Marche, Birra Artigianale, Bio Garden.

Marche al centro della scena, ma a confronto con altre comunità italiane: Isola d’Elba, Lecco e Como, il Lago D’Orta, i Parchi Letterari, le Piccole Italie. Dall’estero sono attese diverse delegazioni, con la conferma della Russia e di un’area Cina curata dall’Istituto Confucio. Confronti anche con Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti, alla ricerca di nuove vie per i nostri operatori.

Focus speciali sul cibo del futuro, la biodiversità, la rigenerazione dopo il sisma, la qualità nelle sue nuove forme, il genius loci Marche, tra Rossini e Leopardi. Iniziative speciali, con l’innovativo contest “Wine Hackathon” e l’omaggio all’anno del cibo italiano ed al “maestro” Gualtiero Marchesi. In programma anche tantissimi eventi per i più giovani, per educare, divertendo, ad uno stile di vita sano ed attento alla qualità. Non manca poi, anche quest’anno l’appuntamento dedicato ai libri. Torna il Marche Book Style, organizzato dalla casa editrice Giaconi e da Vivi le Marche. Nella tre giorni del festival scrittori, comunicatori e nuovi visionari  si alternano in dibattiti e presentazioni di libri  per raccontare le meraviglie della regione.

tipicitàMolti i volti noti che saranno protagonisti a Tipicità, da Emma d’Aquino del TG1-RAI a Marco Ardemagni e Cinzia Poli di Caterpillar, dall’enologo “star” Riccardo Cotarella ad una brigata di chef di livello mondiale, tra i quali Chicco Cerea, Enrico Derflingher, Claudio Sadler, Rocco Pozzulo, Maia Tsakanova, Paolo Gramaglia, Silvia Baracchi, Riccardo Lucque, Michele Massari, Davide Botta e, con loro, i marchigiani Stefano Ciotti, Enrico Mazzaroni, Daniele Patti e molti altri ancora.

Tipicità 2018 sarà completamente fruibile attraverso un’app con la quale sarà possibile prenotarsi agli eventi, ma anche disporre di tante altre funzioni, come ad esempio interagire con le piante del Bio Garden.

E nel dopo Festival, un salto nell’accogliente centro storico di Fermo con Tipicità in the City.

Read more

Colmurano RipArte ha bisogno di te
dona e fai rinascere il museo Ventura

E’ possibile fare una donazione fino al 15 marzo 2018 cliccando qui. Contribuisci anche tu a far rinascere Colmurano e il suo museo, principale polo della vita culturale del paese (guarda il video). 

Bisogna ripartire, è necessario. Ora più che mai anche i centri più piccoli, colpiti dal terremoto che ha fatto scuotere la terra più di un anno fa, devono riappropriarsi degli spazi che un tempo rappresentavano luoghi di incontro, di condivisione e di cultura. Non si può far finta che tutto sia tornato come prima. Non ancora, manca molto da fare, anzi, a dire il vero, in molti casi è rimasto tutto fermo. A Colmurano, piccola chicca nell’entroterra maceratese a muoversi sono i cittadini, il comune e l’amministrazione che hanno deciso di fare qualcosa insieme.
Così, proprio a seguito del sisma che ha colpito anche questo centro e ha danneggiato molti luoghi di interesse che lo caratterizzavano, parte una raccolta fondi per la ricostruzione del museo Ventura.

colmuranoIl terremoto a Colmurano ha reso inagibili diversi edifici: la chiesa principale, gran parte del Palazzo municipale e il museo Renzo Contratti Ventura, ubicato nella ex chiesa SS. Pietro e Paolo, unico polo della vita culturale del paese. Danni difficili da ripristinare e che non riguardano solo gli edifici, ma l’intera comunità che ha perso luoghi dove prima si incontrava, organizzava eventi e condivideva esperienze. Tutto per un piccolo paese. Tutto per chi a Colmurano vive ogni giorno. Per questo, per ridare vita al museo, è stata aperta una raccolta fondi tramite una piattaforma di crowfounding dove è possibile dare il proprio contributo (leggi di più sul progetto e fai la tua donazione).

Basta dare una piccola offerta entro il 15 marzo del 2018 e contribuire così al progetto Colmurano RipArte. Con l’iniziativa, il Comune ha intenzione non solo di risanare un manufatto architettonico reso inagibile dal terremoto, ma anche di dare risposta a quella richiesta dei cittadini di uno spazio capace di accogliere manifestazioni e iniziative culturali che ruotano attorno a questo piccolo polo museale.

 

Read more

FERMO, Scelti per voi Comments (0) |

Percorsi donna 2018, riparti da te
Al via con il primo incontro gratuito il 20 gennaio

Sei incontri dedicati alla donna per pensare al benessere psicofisico e per affrontare paure, dubbi, rispondere a domande e approfondire il mondo femminile con le sue innumerevoli sfaccettature.

percorsi donnaAl via sabato 20 gennaio alle 18 in via Armando Picchi 2 a Grottazzolina, in provincia di Fermo, con il primo appuntamento ad ingresso gratuito.

Un incontro conoscitivo per presentarsi al gruppo e per iniziare un percorso utile e costruttivo, passando per le altre cinque riunioni. Due mesi dove al centro dell’attenzione c’è la donna che per stare sempre meglio deve ripartire da sé, dai suoi punti di forza e dall’energia che ha dentro.

Per farlo l’incontro e la condivisione sono aspetti fondamentali. Il progetto “Percorsi donna”, caratterizzato da un ciclo di incontri interattivi,  è finalizzato a mettere in comunicazione persone che possano affrontare insieme le difficoltà e condividere gli aspetti positivi.

Dott.sse Chiara Claretti, Francesca Brugnolini, Azzurra Sirocchi

 

Il gruppo sarà accompagnato da medici e psicologi professionisti che saranno presenti agli incontri per portare la loro esperienza e far luce sulle varie problematiche che verranno affrontate con grande disponibilità e apertura all’ascolto. A condurre il progetto ci saranno la dottoressa psicologa Chiara Claretti, Francesca Brugnolini e Azzurra Sirocchi.

Un bel modo per prendersi del tempo per se stessi, per pensare alle difficoltà che sono all’ordine del giorno e trovare il modo migliore per superarle. Durante gli appuntamenti in programma il 24 e il 31 gennaio, il 7, 21 e 28 febbraio, dalle 21 fino alle 22.30, verranno affrontati molti aspetti.

“Il ciclo della vita”, per esempio, sarà il tema del secondo appuntamento, la gestione del tempo che alle donne manca sempre, sarà invece l’argomento dell’incontro di fine gennaio, la donna e il suo ruolo nella relazione di coppia, sarà al centro della riunione del 7 febbraio. Anche le emozioni e l’importanza dell’ascolto e della cura del proprio corpo saranno al centro della seconda serata di febbraio e per chiudere il ciclo si parlerà dell’essere madre, del significato e di cosa trasmettere.

Gli incontri hanno una durata di un’ora e trenta e hanno un costo di 15 euro l’uno. Per informazioni è possibile contattare la dottoressa Claretti al numero 3355295430, Brugnolini al 3286854247 oppure la dottoressa Sirocchi al 3294575405.

Read more

FERMO, Scelti per voi Comments (0) |

Danza in mente: yoga e movimento per un relax divertente

Dall’8 gennaio, ogni lunedì sera, è possibile partecipare al corso nella scuola Onice danza di Grottazolina, in provincia di Fermo. Al via anche percorsi donna, un ciclo di incontri di gruppo dedicati al sesso femminile

Danza, yoga e musica. Tre ingredienti fondamentali per rigenerarsi con il sorriso.

“Danza in mente”: è tutto pronto per il nuovo corso organizzato dalla scuola di Grottazzolina, in provincia di Fermo, Onice Danza.

onice danza 2Dall’8 gennaio, ogni lunedì sera, nella sede della scuola di danza (in via Ugo la Malfa 5) sarà possibile seguire le lezioni, dedicarsi a se stessi e rilassarsi a suon di musica e a passo di danza. Una bella opportunità per ricaricarsi e cominciare il nuovo anno con il piede giusto e per dedicare un po’ di tempo alla cura del corpo e della mente. Un modo piacevole non solo per tenersi in forma, ma anche per pensare al benessere psicofisico che in una società frenetica come quella in cui viviamo è sempre più importante.

Il progetto rientra nelle tante attività portate avanti dalla psicologa e coach Chiara Claretti, classe ’80, che insieme a quattro colleghe, Martina, Stefania, Alice e Manuela, grazie alla sua grande passione, un anno fa ha aperto la scuola di danza Onice che porta avanti con grande impegno.
Chiara, professionista nel campo della psicologia e della danza ormai da molti anni, si è specializzata nel benessere delle persone attraverso colloqui di sostegno individuale, corsi di formazione e con percorsi di psicologia dello sport, motivazionali, individuali e di gruppo. Nasce così, nell’ottica del benessere, anche “percorsi donna 2018”, un ciclo di incontri di gruppo interattivi rivolti al sesso femminile per toccare diversi temi vicini alle donne, sia dal punto di vista psicologico sia medico. Un percorso importante, pensato insieme alle dottoresse Francesca Brugnolini e Azzurra Sirocchi, attraverso cui ritrovare la propria personalità, conoscersi meglio e magari superare anche alcune paure.

“Sono anni che lavoro come psicologa – spiega Chiara Claretti – ho grande esperienza nelle aziende dove ho portato avanti importanti lavori di consulenza e in questi anni ho seguito anche percorsi di coaching e di psicoterapia. Dall’esperienza e dal lavoro nascono queste nuove proposte. Un corso dedicato alla mente e al corpo e uno invece pensato appositamente per le donne. Due occasioni per prendersi del tempo per sé e per stare meglio”.

onice danza 5

onice danza 1

onice danza 4

Read more

Da Serrapetrona a Civitanova
inaugurato sul Corso l’Emporio Quacquarini / VIDEO

quacquarini Vini, dolci, salumi e altre prelibatezze del territorio, Quacquarini apre il suo Emporio a Civitanova su corso Umberto I, in pieno centro.

Un locale progettato e realizzato dallo studio Officina Zero di Porto Sant’Elpidiopensato per dare la possibilità a tutti di assaporare, degustare e acquistare i prodotti che spaziano dal vino ai dolci. Un emporio – ristorante aperto dalla mattina alla sera dove si possono fare acquisti, ma ci si può anche fermare per una piacevole pausa pranzo o per una cena.

Un format nuovo che mette insieme i prodotti di qualità che da sempre sono il punto di forza dell’azienda di Serrapetrona e la convivialità. Nel nuovo ristorante firmato Quacquarini non si potrà solo andare alla ricerca di prodotti del territorio, ma anche assaggiare, seduti a tavola, molte tra le eccellenze marchigiane.

quacquariniTrenta posti circa all’interno e uno spazio all’aperto in un locale accogliente, elegante e arredato con gusto: una vetrina importante in un luogo di prestigio per allargare gli orizzonti.

 

Read more

Tipicità 2018, il crocevia della qualità / VIDEO

Presentazione ufficiale di Tipicità 2018 a Milano, in una sala gremita nella sede dell’ANCI Lombardia.
A condurre l’evento che si è tenuto ieri (4 marzo) il duo Ardemagni-Poli, volti e voci di Rai Caterpillar. Una mattinata intensa, riccca di suggestioni che come accade nella tre giorni di Tipicità coinvolgono i cinque i sensi. Musica con grandi performances eseguite dal vivo e degustazioni di eccellenze del territorio per iniziare col piede giusto il conto alla rovescia verso il 3 marzo, giorno in cui avrà inizio l’edizione del 2018. 

tipicitàTra le dolci colline del Fermano, infatti, dal 3 al 5 marzo come da tradizione va “in onda” la ventiseiesima edizione di Tipicità, organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con la Camera di commercio di Fermo e tanti enti pubblici e partner privati. “Oltre 100 gli eventi in programma e 300 le realtà partecipanti – ha esordito il direttore Angelo Serri – per un Festival che negli anni è diventato un punto di riferimento nazionale, con tante “contaminazioni” internazionali e personaggi noti al grande pubblico”.

tipicitàAnnunciati i primi grandi nomi di Tipicità 2018, tra i quali Emma d’Acquino, conduttrice del TG1-RAI, ed il tristellato chef Enrico Cerea. Non sarà una fiera, ma un articolato sistema comprendente tanti contenitori tematici per immergersi nei “cluster del buon vivere”: qui si ricomincia dalla terra, con un grande giardino delle biodiversità da vivere tra animazioni, laboratori e l’incontro con varietà vegetali in via d’estinzione. Naturalmente il cibo è al centro dell’attenzione, con tante proposte per calarsi nell’incanto della cultura enogastronomica del territorio: Bollicine di Marche, percorso nel quale degustare tutte le espressioni sparkling del “vigneto Marche”; Birra di Marca, che ospita le migliori produzioni di birre artigianali ed agricole; Orizzonte Bio, che mette a contatto il visitatore direttamente con i personaggi, le produzioni ed i terroir della scelta biologica in agricoltura. Il Salone delle qualità enogastronomiche ed il Mercatino delle specialità completano la full immersion tra i cibi locali e si aprono all’incontro con culture italiane ed internazionali: Ai confini del gusto è il contenitore nel quale, ogni anno, realtà estere ed il circuito delle Piccole Italie s’incontrano… nel piatto di Tipicità! In questa edizione ci sarà l’Isola d’Elba, ma anche confronti con Cina, Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Kazakistan, Moldova ed altri Paesi.
Tuttavia, quel grande contenitore di eventi qual è Tipicità contempla altri numerosi momenti, da vivere: in Accademia, dove si assiste a performance-spettacolo di grandi chef che esaltano il connubio prodotti-territorio, nel Teatro dei Sapori, all’interno del quale sono invece le realtà locali e quelle ospiti a proporre “viaggi del gusto” con presentazioni e degustazioni guidate, mentre a Marche Book Style si esplora il territorio attraverso narrazione e racconto. Inoltre, accanto al cibo, si aprono aree dedicate al “vivere il territorio”, come Tipicità Experience, vero e proprio Grand Tour nelle identità delle Marche, delle “Piccole Italie” e del mondo, insieme ad Art&Genius, expo-laboratorio di manualità, creatività ed innovazione, per ribadire che l’Italia che vince è quella delle sfumature, geniale, creativa ed innamorata del territorio. E la sera, nel suggestivo centro storico di Fermo in un contesto architettonico “da salotto buono”, continua l’esperienza tra cultura, performance e buon cibo, con il programma Tipicità in the city.

Read more

Trippadvisor diventa un libro
La vergara Deborah Iannacci firma il primo tripponario/ VIDEO

trippadvisorSi chiama Deborah Iannacci, con la “i” mi raccomando, per favore non chiedetele di cantare!
Ha 32 anni, un figlio piccolo e un compagno che ironia della trippa ha incontrato proprio grazie a questo progetto nato per caso e in poco tempo diventato un cult.

Chi di voi non segue la pagina facebook trippadvisor?

trippadvisorNelle Marche sono davvero in tanti i sostenitori di questa che oltre ad essere un’idea divertentissima rappresenta anche un contributo importante alla salvaguardia di tradizioni, usi e costumi di questa terra. E, come se non bastasse, oltre ai like sui social che continuano ad aumentare, trippadvisor da ieri non è solo virtuale ma è anche un dizionario tangibile che racchiude parte di tutto quello che Deborah condivide ogni giorno sulla pagina facebook, con tante parole e detti inediti.

Incredibile ma vero, da ieri (giorno della prima presentazione agli Antichi Forni di Macerata), grazie alla casa editrice Giaconi, si può sfogliare il primo tripponario, si possono ricordare le parole dette dai nonni, ci si può divertire leggendo le insolite descrizioni delle frasi più utilizzate nel dialetto marchigiano, vestendo i panni di una vera vergara!

A proposito di questo, chi meglio di Deborah che nel libro riporta anche cinque interviste a delle vergare doc e che per la prima presentazione ha indossato lu zinale, può raccontare che cosa possa significare davvero essere una vergara?

GUARDA ALCUNI MOMENTI DELLA PRESENTAZIONE E LA VIDEO INTERVISTA DI DEBORAH TRIPPA 

 

Read more

Per amore dei Libri
due giorni di festa per la Giaconi Editore

Una due giorni dedicata ai libri e alle Marche. Sabato 25 e domenica 26 novembre Giaconi Editore, realtà indipendente di Recanati che da diversi anni porta avanti il progetto di pubblicare testi per bambini, ragazzi ed adulti principalmente dedicati alle Marche, organizza a Macerata la festa annuale con tanti appuntamenti in programma.

libriOgni anno, il mese di novembre è il momento per tirare le somme di dodici mesi di pubblicazioni, eventi, nuove proposte e progetti. E Macerata è stata scelta per ospitare questa edizione.

Davvero ricco ed interessante il programma:
si parte sabato pomeriggio (25 novembre) alla libreria Del Monte (via XXIV maggio n.3) di Macerata alle 17 con laboratori per bambini e letture ispirate ai libri per ragazzi. Il mare adriatico contro i Monti Sibillini e la figura di Giacomo Leopardi contro quella di Padre Matteo Ricci. Spunti per due ore di letture e intrattenimento pensato per bambini e ragazzi.

libriGiornata intensa domenica 26 novembre nelle sale degli Antichi Forni di Macerata in Piaggia della Torre 4 a partire dalle 11 con un dibattito sulle Marche. “Racconti di Marche” contro “Le Marche coi bambini” con Nadia Stacchiotti, autrice del primo dei due libri, Silvia Alessandrini Calisti, Lucia Paciaroni e Vissia Lucarelli che hanno pensato alla guida per i piccoli, intervistate da Erika Mariniello. Alle 16 “Voci e Sibille”, letteratura, storia e leggenda con Elena Santilli, Donne di Carta ed Enrico Tassetti. Alle 17.30 appuntamento con il “Tripponario”, usi e costumi scostumati della Vergara con Deborah Iannacci. Alle 19 anteprima del libro di Piero Massimo Macchini “La gente mormorano”.
L’ingresso alla due giorni è libero e l’evento è patrocinato dal Comune di Macerata.

Per il pranzo e la cena alcuni locali del centro storico di Macerata che sostengono l’iniziativa offrono uno sconto del 10% (aderiscono il Fabric in via Antonio Ferrari 12, Vicolonove in via Crescimbeni 9/A, Al Casolare in via Don Minzoni 15, Spulla in via Armaroli 54/56, Verde Caffè in corso della Repubblica 47, Cabaret in Via Antonio Gramsci 57 e La Taverna, via XX Settembre 11).

Read more

Nelle grotte di Camerano per visitare la città sotterranea

Camerano si trova in provincia di Ancona e la città sotterranea è da vedere almeno una volta. Tour ideale anche per le famiglie con bambini!

grotte cameranoUna città sotterranea, cunicoli suggestivi scavati nell’arenaria nel sottosuolo del centro storico di Camerano, in provincia di Ancona. Forse un tempo resti di antiche cave o luoghi dove conservare il vino, sentieri da percorrere almeno una volta dove alcuni studiosi hanno trovato resti di particolari decorativi, bassorilievi che fanno pesare all’esistenza di un’antica città sotto terra.

Varcando l’ingresso, davanti agli occhi appare uno spettacolo, un camminamento fatto di cunicoli che ricordano un paese sotterraneo che un tempo sicuramente venne abitato. Sembra infatti che questo luogo abbia avuto usi abitativi, rituali e difensivi visto che nel 1944, durante la guerra, diventò un rifugio contro i bombardamenti.

Il percorso si snoda tra quattro grotte importanti che portano i nomi di famiglie nobili e facoltose della città: Corraducci, Mancinforte, Ricotti e Trionfi. La grotta Ricotti rappresenta uno degli ambienti più interessanti e particolari perchè ricorda una vera e propria chiesa sotterranea, sia per la sua posizione, sotto i resti della chiesa di Sant’Apollinare, sia per i particolari architettonici che sono stati rinvenuti.

grotte cameranoINFO UTILI
Visite guidate, costo del biglietto 8 euro intero e 6 euro ridotto 
Orario visite, da ottobre a marzo: venerdì alle 16.30, sabato alle 16.30 e alle 18, domenica alle 11, 16.30 e 18.
Il ritrovo e la partenza è all’ufficio IAT in piazza Roma 26. Nel periodo estivo è bene munirsi di felpa perchè la temperatura all’ingresso è di circa 14 gradi. Utilizzare scarpe comode.

*foto di Lucrezia Benfatto

 

Read more