L’arco di Augusto e il mistero di Vitruvio
scopri Fano e le sue bellezze

fanoUna porta d’accesso alla città, un arco conosciuto come quello di Augusto che si varca per accedere all’antica Fano, proprio nel punto in cui la via Flaminia si incontra con il decumano massimo. Tra i simboli della città della fortuna, in provincia di Pesaro e Urbino, l’arco d’Augusto è uno dei principali segni dell’epoca romana che sono rimasti quasi completamente intatti.

Secondo fonti storiche sembra che la porta fu fatta edificare dall’imperatore Ottaviano Augusto nel 9 secolo d.C., nell’anno del suo 32° tribunato. Raffigurato nella sua interezza sulla facciata della chiesa di San Michele che si trova proprio lì accanto e dal 2016 ospita il museo della via Flaminia, è caratterizzato da tre archi, il più grande centrale sotto cui passavano i carri e i cavalli, mentre le altre due porte più piccole laterali destinate a chi accedeva a piedi. Ai lati i due torrioni da cui partivano le mura che circondavano completamente il centro.

E se l’arco di Augusto è suggestivo, soprattutto in notturna quando è illuminato e appare nel pieno del suo fascino, il museo della via Flaminia è ancora più particolare e interessante. Aperto non molto tempo fa questo luogo di grande interesse culturale arricchisce l’offerta di Fano che già non manca di attrattive. E’ qui, in un luogo antico allestito con strutture e strumentazioni moderne e d’avanguardia, che si aggiunge un tassello importante all’articolato sistema archeologico dell’epoca, romana puntando l’accento su uno tra i più curiosi aspetti della storia. Fano, secondo le testimonianze, è infatti l’unica città dove l’architetto Vitruvio, autore del De Architectura, sostiene di aver costruito una basilica che però in città non è mai stata ufficialmente rinvenuta. Ed è proprio questo il quesito su cui da tempo si interrogano gli studiosi: dove si trovava esattamente la basilica di Vitruvio?

Secondo alcuni, nonostante la precisa descrizione nel V libro di quello che è diventato il fondamento teorico dell’architettura occidentale, sembra non sia mai stata costruita. Visitando il museo, attraverso schermi touch, si può esplorare la Fanum Romana con delle preziose ricostruzioni virtuali 3D del teatro e dell’Arco di Augusto e si può approfondire anche il mistero vitruviano con documenti e testimonianze preziose.

Read more

Mercatini ed eventi di Natale, 5 idee

Viverle tutto l’anno, assaporarle in ogni stagione, con ogni colore e sfumatura. Le Marche sono sempre meravigliose, ma a Natale o nelle settimane che precedono questa festa sono ancora più ricche di proposte, scorci interessanti ed eventi da non perdere.

natale Gli appuntamenti in programma sono tantissimi e per non fare torno a nessuno è bene sottolineare che questi sono solo consigli, idee per vivere le Marche nei prossimi giorni, tra mercatini, eventi e iniziative particolari. Un’idea per ogni provincia anche se c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

PESARO E URBINO

Candele a Candelara. Ormai passeggiare per questo borgo in provincia di Pesaro e Urbino, tra bancarelle che propongono candele e oggetti di artigianato è diventato un must. Non potete perdervi, in questo fine settimana, da domani a domenica (8-10 dicembre) questo evento adatto a grandi, piccoli, agli innamorati, ai single, a tutti quelli che vogliono godersi lo spettacolo di un piccolo centro, ben curato e caratteristico, addobbato a festa e pieno di fermento. E, come da tradizione, non perdetevi lo spegnimento della luce artificiale e lo spettacolo di vedere il centro storico illuminato solo dalla luce delle candele. Questa magia accade due volte al giorno ed è un’esperienza da provare.

ANCONA

Anche in questa parte di Marche, un territorio ricchissimo di luoghi da non perdere, sono davvero tante le iniziative in calendario per Natale. Tra i tanti eventi il consiglio è di fare una passeggiata a Castelbellino. Un piccolo centro dell’entroterra, una bomboniera dove ogni anno prima di Natale, i mercatini di artigianato e gastronomia, rendono ancora più magici i vicoli. In questo week end, dall’8 al 10 dicembre, andate alla ricerca di un regalo originale da mettere sotto l’albero.

natale MACERATA

Le luci si accendono anche in tutta la provincia di Macerata con piste di pattinaggio che aprono al pubblico e, grazie alla neve che ha coperto le montagne, piste da sci che aprono i battenti. Da non perdere poi le iniziative in programma che anche in questo caso non mancano. Tra tutti gli eventi, mercatini e tradizionali appuntamenti spiccano le novità. Dal 14 al 17 dicembre fate una passeggiata nel centro storico di Macerata e partecipate alla prima edizione di “L’Italia in un bicchiere”, il primo evento dedicato al vino e alle tipicità gastronomiche di ben 16 regioni diverse d’Italia ideato e organizzato dall’associazione Mc food&drink che mette insieme diversi ristoranti e bar del centro storico. In una mappa preparata per l’occasione si potranno vedere i locali che aderiscono all’iniziativa per organizzare un tour tra le eccellenze enogastronomiche d’Italia.

natale FERMO

Sarà la magia la protagonista a Fermo che anche quest’anno, in una provincia ricchissima di eventi, si riconferma città del Natale con tanti appuntamenti in chiave fantasy. Le feste si accendono nel centro storico con appuntamenti da non perdere come il raduno “Harry Potter Never Ends” in programma dal 9 al 10 dicembre, i mercatini in centro e il lago di ghiaccio su cui pattinare. Oltre 100 espositori, ambulanti, hobbisti, produttori locali, tutta la cittadina sarà interessata dalla fiera di Natale che animerà il week end dell’Immacolata. Alle 17.30 di domani, 8 dicembre, verrà inaugurata anche la casa di Babbo Natale.

ASCOLI PICENO

Villaggio di Natale anche ad Ascoli. L’inaugurazione è in programma per domani, 8 dicembre in piazza Arringo dove, come da tradizione le casette in legno proporranno prodotti artigianali ed enogastronomici di vario genere. Non mancherà anche la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Tanti anche gli appuntamenti nei musei con visite guidate e laboratori. Domani pomeriggio, alle 15.30 e domenica alle 10.30 è in programma “Ascoli fra 300 e 400: la storia il costume ed i costumi”, un percorso guidato tra storia, tradizioni e cultura.

nataleA Macerata: 

Solidarietà per gli animali, cani e gatti che cercano casa. Domani (8 dicembre), domenica 10, il 16 e 17 dicembre, le associazioni “Pelosetti randagiosi Onlus” e “Rifugio del cane di Colle Altino”, rappresentata da Roberto Cola di Camerino, in collaborazione con il Verde Caffè, organizzano quattro giornate dedicate ad aiutare gli animali in cerca di una famiglia. In corso della Repubblica, davanti al Verde Caffè a Macerata, a partire dalle 10 per tutta la giornata, sarà presente un banchetto per la raccolta fondi e non mancheranno anche alcuni cani e gatti che non vedono l’ora di trovare il loro nuovo padrone. Quattro giorni pensati per fare del bene e per lanciare un messaggio di solidarietà.

Read more

Da Serrapetrona a Civitanova
inaugurato sul Corso l’Emporio Quacquarini / VIDEO

quacquarini Vini, dolci, salumi e altre prelibatezze del territorio, Quacquarini apre il suo Emporio a Civitanova su corso Umberto I, in pieno centro.

Un locale progettato e realizzato dallo studio Officina Zero di Porto Sant’Elpidiopensato per dare la possibilità a tutti di assaporare, degustare e acquistare i prodotti che spaziano dal vino ai dolci. Un emporio – ristorante aperto dalla mattina alla sera dove si possono fare acquisti, ma ci si può anche fermare per una piacevole pausa pranzo o per una cena.

Un format nuovo che mette insieme i prodotti di qualità che da sempre sono il punto di forza dell’azienda di Serrapetrona e la convivialità. Nel nuovo ristorante firmato Quacquarini non si potrà solo andare alla ricerca di prodotti del territorio, ma anche assaggiare, seduti a tavola, molte tra le eccellenze marchigiane.

quacquariniTrenta posti circa all’interno e uno spazio all’aperto in un locale accogliente, elegante e arredato con gusto: una vetrina importante in un luogo di prestigio per allargare gli orizzonti.

 

Read more

Tipicità 2018, il crocevia della qualità / VIDEO

Presentazione ufficiale di Tipicità 2018 a Milano, in una sala gremita nella sede dell’ANCI Lombardia.
A condurre l’evento che si è tenuto ieri (4 marzo) il duo Ardemagni-Poli, volti e voci di Rai Caterpillar. Una mattinata intensa, riccca di suggestioni che come accade nella tre giorni di Tipicità coinvolgono i cinque i sensi. Musica con grandi performances eseguite dal vivo e degustazioni di eccellenze del territorio per iniziare col piede giusto il conto alla rovescia verso il 3 marzo, giorno in cui avrà inizio l’edizione del 2018. 

tipicitàTra le dolci colline del Fermano, infatti, dal 3 al 5 marzo come da tradizione va “in onda” la ventiseiesima edizione di Tipicità, organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con la Camera di commercio di Fermo e tanti enti pubblici e partner privati. “Oltre 100 gli eventi in programma e 300 le realtà partecipanti – ha esordito il direttore Angelo Serri – per un Festival che negli anni è diventato un punto di riferimento nazionale, con tante “contaminazioni” internazionali e personaggi noti al grande pubblico”.

tipicitàAnnunciati i primi grandi nomi di Tipicità 2018, tra i quali Emma d’Acquino, conduttrice del TG1-RAI, ed il tristellato chef Enrico Cerea. Non sarà una fiera, ma un articolato sistema comprendente tanti contenitori tematici per immergersi nei “cluster del buon vivere”: qui si ricomincia dalla terra, con un grande giardino delle biodiversità da vivere tra animazioni, laboratori e l’incontro con varietà vegetali in via d’estinzione. Naturalmente il cibo è al centro dell’attenzione, con tante proposte per calarsi nell’incanto della cultura enogastronomica del territorio: Bollicine di Marche, percorso nel quale degustare tutte le espressioni sparkling del “vigneto Marche”; Birra di Marca, che ospita le migliori produzioni di birre artigianali ed agricole; Orizzonte Bio, che mette a contatto il visitatore direttamente con i personaggi, le produzioni ed i terroir della scelta biologica in agricoltura. Il Salone delle qualità enogastronomiche ed il Mercatino delle specialità completano la full immersion tra i cibi locali e si aprono all’incontro con culture italiane ed internazionali: Ai confini del gusto è il contenitore nel quale, ogni anno, realtà estere ed il circuito delle Piccole Italie s’incontrano… nel piatto di Tipicità! In questa edizione ci sarà l’Isola d’Elba, ma anche confronti con Cina, Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Kazakistan, Moldova ed altri Paesi.
Tuttavia, quel grande contenitore di eventi qual è Tipicità contempla altri numerosi momenti, da vivere: in Accademia, dove si assiste a performance-spettacolo di grandi chef che esaltano il connubio prodotti-territorio, nel Teatro dei Sapori, all’interno del quale sono invece le realtà locali e quelle ospiti a proporre “viaggi del gusto” con presentazioni e degustazioni guidate, mentre a Marche Book Style si esplora il territorio attraverso narrazione e racconto. Inoltre, accanto al cibo, si aprono aree dedicate al “vivere il territorio”, come Tipicità Experience, vero e proprio Grand Tour nelle identità delle Marche, delle “Piccole Italie” e del mondo, insieme ad Art&Genius, expo-laboratorio di manualità, creatività ed innovazione, per ribadire che l’Italia che vince è quella delle sfumature, geniale, creativa ed innamorata del territorio. E la sera, nel suggestivo centro storico di Fermo in un contesto architettonico “da salotto buono”, continua l’esperienza tra cultura, performance e buon cibo, con il programma Tipicità in the city.

Read more

Nelle grotte di Camerano per visitare la città sotterranea

Camerano si trova in provincia di Ancona e la città sotterranea è da vedere almeno una volta. Tour ideale anche per le famiglie con bambini!

grotte cameranoUna città sotterranea, cunicoli suggestivi scavati nell’arenaria nel sottosuolo del centro storico di Camerano, in provincia di Ancona. Forse un tempo resti di antiche cave o luoghi dove conservare il vino, sentieri da percorrere almeno una volta dove alcuni studiosi hanno trovato resti di particolari decorativi, bassorilievi che fanno pesare all’esistenza di un’antica città sotto terra.

Varcando l’ingresso, davanti agli occhi appare uno spettacolo, un camminamento fatto di cunicoli che ricordano un paese sotterraneo che un tempo sicuramente venne abitato. Sembra infatti che questo luogo abbia avuto usi abitativi, rituali e difensivi visto che nel 1944, durante la guerra, diventò un rifugio contro i bombardamenti.

Il percorso si snoda tra quattro grotte importanti che portano i nomi di famiglie nobili e facoltose della città: Corraducci, Mancinforte, Ricotti e Trionfi. La grotta Ricotti rappresenta uno degli ambienti più interessanti e particolari perchè ricorda una vera e propria chiesa sotterranea, sia per la sua posizione, sotto i resti della chiesa di Sant’Apollinare, sia per i particolari architettonici che sono stati rinvenuti.

grotte cameranoINFO UTILI
Visite guidate, costo del biglietto 8 euro intero e 6 euro ridotto 
Orario visite, da ottobre a marzo: venerdì alle 16.30, sabato alle 16.30 e alle 18, domenica alle 11, 16.30 e 18.
Il ritrovo e la partenza è all’ufficio IAT in piazza Roma 26. Nel periodo estivo è bene munirsi di felpa perchè la temperatura all’ingresso è di circa 14 gradi. Utilizzare scarpe comode.

*foto di Lucrezia Benfatto

 

Read more

Pierosara
il castello e la sua leggenda d’amore

pierosara

La vicina Abbazia di San Vittore delle Chiuse di Genga

A renderlo unico, oltre all’amore travagliato di due giovani, è la sua posizione strategica in una delle zone dove si concentrano i principali luoghi di interesse naturalistico e culturale delle Marche.

Pierosara, è un borgo, piccolo, arroccato,che merita sicuramente una visita. L’antico castello si trova su un colle in provincia di Ancona poco distante dalle meravigliose grotte di Frasassi, dal Parco della Gola della Rossa, dal Tempio del Valadier e la sua storia non solo è antica, ma anche molto interessante e curiosa.

Perché,  vi starete chiedendo? Il suo passato è legato ad una leggenda.

La storia narra che il nome di questo piccolo paese, un tempo chiamato Castel Petroso per la sua posizione arroccata che fin dal medioevo dominava l’intera valle dell’Esino, sembra essere legato a quello di due innamorati, Piero e Sara.  Due giovani che vissero e morirono tra le mura di questo castello che in loro onore mutò il suo nome proprio in Pierosara.

Una storia romantica proprio come quella più famosa di Paolo e Francesca che si ricorda visitando Gradara, in provincia di Pesaro e Urbino, un amore difficile, travagliato e sfortunato. Sara, ragazza di Castel Petroso, era promessa sposa di Piero, anche lui abitante del borgo. Tra loro si mise il Conte di Rovellone che innamorato della fanciulla decise di rapirla in una notte durante un combattimento feroce e sanguinoso. Un momento tragico per i due giovani che quella sera vennero uccisi.

Il loro ricordo è rimasto vivo e immutato negli anni. Il borgo parla ancora dei due giovani innamorati e li celebra ricordandoli in un unico nome.

VISITA ANCHE LE GROTTE DI FRASASSI, L’ABBAZIA DI SAN VITTORE DELLE CHIUSE E IL TEMPIO DEL VALADIER

GUARDA IL VIDEO TRATTO DA UNA PUNTATA DI WEEKEND, PROGRAMMA IN ONDA SU MARCOPOLO, CANALE 222 DEL DIGITALE TERRESTRE

 

 

Read more

Monti Sibillini, acquista il calendario 2018 e contribuisci alla rinascita del territorio

sibillini Un calendario per rivivere le emozioni che i Monti Azzurri sanno regalare. Tredici immagini che raccontano i panorami dei Sibillini in un progetto reso possibile grazie alla collaborazione dei visitatori del portale sibilliniweb.it e dei social network. Un bel pensiero che può diventare un regalo da mettere sotto l’albero per contribuire alla rinascita di un territorio che ad un anno dal terremoto continua a promuovere iniziative ed eventi per ripartire e guardare al futuro. E per chi acquista un calendario (al costo di 9,90 euro), in omaggio una guida turistica dei Sibillini per scoprire percorsi, sentieri e curiosità su luoghi che vale assolutamente la pena visitare.

 

Read more

Le Marche con i bambini, la guida che mancava

marche coi bambiniSilvia Alessandrini Calisti, Vissia Lucarelli, Lucia Paciaroni. Tre donne, due mamme e una zia – a volte un ruolo ancora più difficile!

In questi anni di vita marchigiana ho avuto modo di conoscerle tutte e tre.

Tre donne, tre blogger, tre comunicatrici. 

E se il tre è il numero perfetto, un team così non poteva che “partorire” un’idea geniale. “Le Marche con i bambini“: è questo il titolo della guida pubblicata dalla casa editrice Giaconi che serviva alle famiglie per andare alla scoperta delle Marche in compagnia dei più piccoli. Centocinquantacinque pagine, divise in capitoli e in province con tanti consigli su cosa vedere, vivere, assaporare, provare e scoprire nel territorio.

marche coi bambiniNon una guida qualunque però, ma un racconto vissuto in prima persona da chi quando ha tempo libero ama viaggiare davvero. Un tour di esperienze vissute e raccontate alle famiglie con figli di età compresa tra 0 e 13 anni, una guida che verrà aggiornata ogni anno per essere sempre precisa e completa. Un insieme di consigli scritti in modo indipendente, esprimendo pareri in modo incondizionato, verificando tutto e dando indicazioni su modalità di accesso, orari e contatti dei luoghi proposti.

E tra le segnalazioni non ci sono solo musei, borghi o munumenti, ma anche parchi giochi pubblici, ristoranti adatti per le famiglie, itinerari per escursioni naturalistiche in montagna ed eventi da non perdere!

La guida si può acquistare in tutte le migliori librerie delle Marche e online sul sito di Giaconi Editore (acquista il libro qui). 

Read more

Inzio “stellato” per il primo Macerata Beer Fest
lo chef Biagiola propone un aperitivo all’olio nuovo / VIDEO

beer festAl via con un aperitivo stellato offerto dall’associazione Mc Food & Drink e cucinato dallo chef Michele Biagiola. E’ iniziato così il primo Macerata Beer Fest e Halloween Night, evento organizzato da 10 dei 25 locali che fanno parte del gruppo che mette insieme ristoranti e bar nel centro storico di Macerata, con il patrocinio del Comune, in programma fino al 31 ottobre.

Una serata dove hanno partecipato in molti per assaggiare le numerose birre proposte (anche artigianali e senza glutine) e per assaporare le tipicità locali. E per cominciare alla grande un aperitivo all’olio nuovo con polenta e pamigiano, ricottina con corbezzolo e foglie di senape e lenticchie cucinate dallo chef Michele Biagiola presente per dare il via alla festa.

Birre, musica e street food: un connubio perfetto per un evento dedicato ai maceratesi e non che vuole offrire un’opportunità nuova di divertimento. Un evento dedicato non solo ai giovani, ma anche alle famiglie con bambini. Nella tensostruttura montata sulla terrazza dei Popoli, vicino ai Giardini Diaz per l’occasione c’è anche uno spazio dedicato ai piccoli. 

Ricchissimo il programma della seconda giornata di festa. Dalle 18.30 letture per bambini a cura di Giaconi editore, birre e street food e musica dal vivo: questa sera si esibiscono gli Elpris e a seguire Diggei Cameretta! 

Read more

Macerata Beer Fest e Halloween Night
5 giorni di festa sulla Terrazza dei Popoli

beer festCinque giorni di festa alla Terrazza dei Popoli di Macerata. Uno spazio dedicato alla birra, alla musica e ai prodotti tipici per un evento pensato non solo per i giovani, ma anche per i bambini e le famiglie. Dal 27 al 31 ottobre va in scena il primo Macerata Beer Fest e Halloween night, organizzato dall’associazione Mc Food & drink e patrocinato dal Comune di Macerata. Un evento reso possibile grazie ad un grande lavoro di squadra e di sinergia tra 10 locali del centro storico (Civico 37, Centrale, Fabric, Beer Bang, Porchetteria, Al Casolare, Verde Caffè, Spulla, Cabaret e Vicolo 9, tra i 25 che fanno parte dell’associazione), il primo appuntamento dell’autunno e il secondo organizzato da questo gruppo di lavoro dopo Sapori in Opera, durante il Macerata Opera Festival.

Ricchissimo il programma dell’iniziativa che è stata volutamente organizzata in una location lontana dal centro storico per evitare qualsiasi problematica legata all’afflusso di gente e al rumore, pensata sulla Terrazza dei Popoli proprio sopra il comodo parcheggio (ex Park sì) aperto tutta la notte. Ben 30 tipologie di birre diverse (fornite da Ibalt), con novità ogni sera, concerti di musica live, contest musicali e intrattenimento per i più piccoli e da non perdere la possibilità di assaggiare l’aperitivo cucinato dallo chef stellato Michele Biagiola che sarà presente nella serata di apertura del festival, venerdì 27 ottobre.

IL PROGRAMMA: 

Venerdì 27 ottobre
Inzio festa alle 18, somministrazione birra e cibo, alle 21 concerto dei Route 77. Intrattenimento per bambini a cura di Giaconi Editore: alle 18.30 letture a tema “Farfalle e folletti”, alle 21.30 la buona notte con il libro cartone animato “Sogno a piedi scalzi”.

Sabato 28 ottobre
Inzio festa alle 18, somministrazione birra e cibo, alle 21 concerto degli Elpris a seguire Dj Cameretta. Alle 18.30 letture “La maga Sibilla e le sue fate”, alle 21.30 la buona notte con il libro cartone animato “Sogno a piedi scalzi”.

Domenica 29 ottobre
Inizio festa alle 16, alle 21 contest musicale con giuria di qualità. Alle 18.30 laboratori creativi e letture per bambini “Strani mostri sono i pesci”, alle 21.30 la buona notte con il libro cartone animato “Sogno a piedi scalzi”.

Lunedì 30 ottobre
Inizio festa alle 18, alle 21 contest musicale con giuria di qualità. Alle 18.30 letture per bambini “Il mazzamurello e altri strani folletti”, alle 21.30 la buona notte con il libro cartone animato “Sogno a piedi scalzi”.

Martedì 31 ottobre Halloween Night 
Alle 18 inizio festa, alle 21 concerti del gruppo Cristina Mei e i Doctor Who, a seguire Dj Bruce Lee. Alle 18.30 laboratori creativi e letture per bambini “La maschera e la storia”, alle 19.30 storie di paura e di superstizioni, incontro con lo scrittore Enrico Tassetti.

Read more