Tipicità 2018, il crocevia della qualità / VIDEO

Presentazione ufficiale di Tipicità 2018 a Milano, in una sala gremita nella sede dell’ANCI Lombardia.
A condurre l’evento che si è tenuto ieri (4 marzo) il duo Ardemagni-Poli, volti e voci di Rai Caterpillar. Una mattinata intensa, riccca di suggestioni che come accade nella tre giorni di Tipicità coinvolgono i cinque i sensi. Musica con grandi performances eseguite dal vivo e degustazioni di eccellenze del territorio per iniziare col piede giusto il conto alla rovescia verso il 3 marzo, giorno in cui avrà inizio l’edizione del 2018. 

tipicitàTra le dolci colline del Fermano, infatti, dal 3 al 5 marzo come da tradizione va “in onda” la ventiseiesima edizione di Tipicità, organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con la Camera di commercio di Fermo e tanti enti pubblici e partner privati. “Oltre 100 gli eventi in programma e 300 le realtà partecipanti – ha esordito il direttore Angelo Serri – per un Festival che negli anni è diventato un punto di riferimento nazionale, con tante “contaminazioni” internazionali e personaggi noti al grande pubblico”.

tipicitàAnnunciati i primi grandi nomi di Tipicità 2018, tra i quali Emma d’Acquino, conduttrice del TG1-RAI, ed il tristellato chef Enrico Cerea. Non sarà una fiera, ma un articolato sistema comprendente tanti contenitori tematici per immergersi nei “cluster del buon vivere”: qui si ricomincia dalla terra, con un grande giardino delle biodiversità da vivere tra animazioni, laboratori e l’incontro con varietà vegetali in via d’estinzione. Naturalmente il cibo è al centro dell’attenzione, con tante proposte per calarsi nell’incanto della cultura enogastronomica del territorio: Bollicine di Marche, percorso nel quale degustare tutte le espressioni sparkling del “vigneto Marche”; Birra di Marca, che ospita le migliori produzioni di birre artigianali ed agricole; Orizzonte Bio, che mette a contatto il visitatore direttamente con i personaggi, le produzioni ed i terroir della scelta biologica in agricoltura. Il Salone delle qualità enogastronomiche ed il Mercatino delle specialità completano la full immersion tra i cibi locali e si aprono all’incontro con culture italiane ed internazionali: Ai confini del gusto è il contenitore nel quale, ogni anno, realtà estere ed il circuito delle Piccole Italie s’incontrano… nel piatto di Tipicità! In questa edizione ci sarà l’Isola d’Elba, ma anche confronti con Cina, Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Kazakistan, Moldova ed altri Paesi.
Tuttavia, quel grande contenitore di eventi qual è Tipicità contempla altri numerosi momenti, da vivere: in Accademia, dove si assiste a performance-spettacolo di grandi chef che esaltano il connubio prodotti-territorio, nel Teatro dei Sapori, all’interno del quale sono invece le realtà locali e quelle ospiti a proporre “viaggi del gusto” con presentazioni e degustazioni guidate, mentre a Marche Book Style si esplora il territorio attraverso narrazione e racconto. Inoltre, accanto al cibo, si aprono aree dedicate al “vivere il territorio”, come Tipicità Experience, vero e proprio Grand Tour nelle identità delle Marche, delle “Piccole Italie” e del mondo, insieme ad Art&Genius, expo-laboratorio di manualità, creatività ed innovazione, per ribadire che l’Italia che vince è quella delle sfumature, geniale, creativa ed innamorata del territorio. E la sera, nel suggestivo centro storico di Fermo in un contesto architettonico “da salotto buono”, continua l’esperienza tra cultura, performance e buon cibo, con il programma Tipicità in the city.

Read more

Per amore dei Libri
due giorni di festa per la Giaconi Editore

Una due giorni dedicata ai libri e alle Marche. Sabato 25 e domenica 26 novembre Giaconi Editore, realtà indipendente di Recanati che da diversi anni porta avanti il progetto di pubblicare testi per bambini, ragazzi ed adulti principalmente dedicati alle Marche, organizza a Macerata la festa annuale con tanti appuntamenti in programma.

libriOgni anno, il mese di novembre è il momento per tirare le somme di dodici mesi di pubblicazioni, eventi, nuove proposte e progetti. E Macerata è stata scelta per ospitare questa edizione.

Davvero ricco ed interessante il programma:
si parte sabato pomeriggio (25 novembre) alla libreria Del Monte (via XXIV maggio n.3) di Macerata alle 17 con laboratori per bambini e letture ispirate ai libri per ragazzi. Il mare adriatico contro i Monti Sibillini e la figura di Giacomo Leopardi contro quella di Padre Matteo Ricci. Spunti per due ore di letture e intrattenimento pensato per bambini e ragazzi.

libriGiornata intensa domenica 26 novembre nelle sale degli Antichi Forni di Macerata in Piaggia della Torre 4 a partire dalle 11 con un dibattito sulle Marche. “Racconti di Marche” contro “Le Marche coi bambini” con Nadia Stacchiotti, autrice del primo dei due libri, Silvia Alessandrini Calisti, Lucia Paciaroni e Vissia Lucarelli che hanno pensato alla guida per i piccoli, intervistate da Erika Mariniello. Alle 16 “Voci e Sibille”, letteratura, storia e leggenda con Elena Santilli, Donne di Carta ed Enrico Tassetti. Alle 17.30 appuntamento con il “Tripponario”, usi e costumi scostumati della Vergara con Deborah Iannacci. Alle 19 anteprima del libro di Piero Massimo Macchini “La gente mormorano”.
L’ingresso alla due giorni è libero e l’evento è patrocinato dal Comune di Macerata.

Per il pranzo e la cena alcuni locali del centro storico di Macerata che sostengono l’iniziativa offrono uno sconto del 10% (aderiscono il Fabric in via Antonio Ferrari 12, Vicolonove in via Crescimbeni 9/A, Al Casolare in via Don Minzoni 15, Spulla in via Armaroli 54/56, Verde Caffè in corso della Repubblica 47, Cabaret in Via Antonio Gramsci 57 e La Taverna, via XX Settembre 11).

Read more

Pierosara
il castello e la sua leggenda d’amore

pierosara

La vicina Abbazia di San Vittore delle Chiuse di Genga

A renderlo unico, oltre all’amore travagliato di due giovani, è la sua posizione strategica in una delle zone dove si concentrano i principali luoghi di interesse naturalistico e culturale delle Marche.

Pierosara, è un borgo, piccolo, arroccato,che merita sicuramente una visita. L’antico castello si trova su un colle in provincia di Ancona poco distante dalle meravigliose grotte di Frasassi, dal Parco della Gola della Rossa, dal Tempio del Valadier e la sua storia non solo è antica, ma anche molto interessante e curiosa.

Perché,  vi starete chiedendo? Il suo passato è legato ad una leggenda.

La storia narra che il nome di questo piccolo paese, un tempo chiamato Castel Petroso per la sua posizione arroccata che fin dal medioevo dominava l’intera valle dell’Esino, sembra essere legato a quello di due innamorati, Piero e Sara.  Due giovani che vissero e morirono tra le mura di questo castello che in loro onore mutò il suo nome proprio in Pierosara.

Una storia romantica proprio come quella più famosa di Paolo e Francesca che si ricorda visitando Gradara, in provincia di Pesaro e Urbino, un amore difficile, travagliato e sfortunato. Sara, ragazza di Castel Petroso, era promessa sposa di Piero, anche lui abitante del borgo. Tra loro si mise il Conte di Rovellone che innamorato della fanciulla decise di rapirla in una notte durante un combattimento feroce e sanguinoso. Un momento tragico per i due giovani che quella sera vennero uccisi.

Il loro ricordo è rimasto vivo e immutato negli anni. Il borgo parla ancora dei due giovani innamorati e li celebra ricordandoli in un unico nome.

VISITA ANCHE LE GROTTE DI FRASASSI, L’ABBAZIA DI SAN VITTORE DELLE CHIUSE E IL TEMPIO DEL VALADIER

GUARDA IL VIDEO TRATTO DA UNA PUNTATA DI WEEKEND, PROGRAMMA IN ONDA SU MARCOPOLO, CANALE 222 DEL DIGITALE TERRESTRE

 

 

Read more

Mc food&drink, i primi 17 associati

  • Al Casolare – Via Don Minzoni, 15
    Nata nel 1999 come piadineria, negli anni alle tipicità romagnole abbiamo affiancato pizza al piatto, al taglio, primi e secondi piatti cucinati secondo la tradizione. Menu del giorno con proposte innovative e ispirate ai prodotti locali e di stagione, selezione di vini tipici.
  • Bar Firenze – Via Pescheria Vecchia, 4
    Bar Firenze Pub & Restaurant. Siamo specializzati in hamburger artigianali, fritture di qualità oltre a piadine, pizze, piatti combinati e ciabatte rustiche farcite. Offriamo servizio di tavola calda con cucina casereccia di alta qualità. Proponiamo birre alla spina ed eventi live.
  • Beer Bang – Via Francesco Crispi, 41
    Birroteca nel centro storico di Macerata. Proponiamo le migliori birre artigianali italiane ed estere accompagnate da un’ottima stuzzicheria in un ambiente accogliente e arredato con stile.
  • Brp Eventi
    Società di organizzazione di eventi e spettacoli preparati per ogni occasione e gestione di locali di intrattenimento.
  • Cabaret – Via Antonio Gramsci, 57
    Bar “insolito” che mette Macerata e il territorio a portata di bancone! Proponiamo sapori e prelibatezze locali provenienti dalle fatate lande dei Monti Sibillini fino alle dolci colline maceratesi. Il luogo giusto dove degustare vini, birre e stuzzicherie del regione.
  • Caffè Centrale – Piazza della Libertà, 4
    Bar e vicino ristorante (Centrale.Eat) in posizione strategia affacciato a Piazza della Libertà nel centro storico di Macerata. Proponiamo prodotti della tradizione, ottima selezione di vini, birre anche artigianali e cocktail.
  • Civico 37 – Corso della Repubblica
    A partire dalle 18 proponiamo serate musicali durante tutto l’anno all’interno e in estate con 20 sedute all’esterno. Aperitivo a buffet e musica fino a tarda notte. Ricca e varia la carta dei vini del territorio e non, drink e ampia scelta di birre alla spina e in bottiglia anche artigianali.
  • Doppio Zero – Lab – Le Scalette, 31
    Locale nel centro storico di Macerata sulle scalette. Proponiamo sapori della tradizione con spiccato gusto dell’innovazione. La semplicità del fatto in casa e l’utilizzo dei prodotti della terra sono la nostra filosofia.
  • Fabric – Vicolo Antonio Ferrari, 12
    Proponiamo birre artigianali italiane ed estere anche con degustazioni pensate ad hoc e incontri con birrifici e mastri birrai. Le birre sono accostate ogni settimana a svariati ‘hamburger gourmet’ di carne a km 0 preparati in casa con prodotti di qualità e di stagione.
  • La Taverna – Via XX Settembre, 11
    Da 2 anni proponiamo una nuova concezione di pizza, combinando le caratteristiche della pinsa romana a quelle della classica napoletana, arricchendo il tutto con prodotti di qualità e un servizio in un ambiente caldo ed accogliente. In estate disponiamo anche di uno spazio all’aperto
  • Le IV porte – Via XX Settembre, 12
    Storico locale nel centro storico di Macerata. Proponiamo cene, drink, vini locali e non, birre e cocktail, serviti in un ambiente curato e piacevole. Da noi il divertimento è assicurato!
  • Maracuja – Piazza Vittorio Veneto, 8
    Locale in posizione centrale. Proponiamo servizio bar, colazione, pranzo e cocktail. Serate a tema con dj e musica dal vivo. Disponiamo di uno spazio all’aperto con tavoli e sedute.
  • Pizzeria del Corso – Corso della Repubblica, 13
    In corso della Repubblica, nel cuore del centro storico, pizzeria al taglio dal 1989 con esperienza quarantennale. Proponiamo pizze preparate seguendo la tradizione utilizzando prodotti freschi e di stagione. Disponiamo di un piccolo spazio all’aperto.
  • Porchetteria – Piazza della Libertà, 11
    Locale semplice e accogliente in piazza della Libertà, in pieno centro. Proponiamo ottima porchetta, braciole, salsicce e petto di pollo, ma anche verdure gratinate fresche e prodotti tipici locali. Disponiamo di un piccolo spazio all’aperto.
  • Q.b. – Via Antonio Gramsci, 4
    Ristorante aperto nel 2015 nel centro storico di Macerata. Proponiamo piatti preparati seguendo ricette originali per unire il piacere del buon cibo a vini selezionati, birre e cocktail sfiziosi.
  • Spulla – Galleria del Commercio
    Caffetteria e Wine bar aperto nel dicembre del 2016 in Galleria del Commercio. Uniamo i materiali per belle arti, in vendita nel nostro locale, ad una ricca carta di vini locali e non, ad un’accurata selezione di birre e cocktail.
  • Verde Caffè – Corso della Repubblica, 47
    In posizione strategica, lungo corso della Repubblica. Proponiamo cucina italiana, vegana e vegetariana con ricette preparate con prodotti del territorio e di alta qualità. Servizio bar, selezione di vini, birre e cocktail. Disponiamo di uno spazio all’aperto.

Read more

eventi, FERMO, Uncategorized Comments (0) |

Five Lives
Danza ed Energia insieme per un saggio Creativo

danzaSerata dedicata all’arte e alla danza in programma sabato 24 giugno alle 21 nel Castello di Grottazzolina

Energie Creative – progetto pensato dall’architetto Valentina Battilà e realizzato con il contributo della scrittrice Desirèe Farabollini e di Federico Flamini, reso possibile grazie alla casa editrice Giaconi – sarà il filo conduttore del saggio di Onice Danza in programma per sabato 24 giugno al Castello di Grottazzolina alle 21 (costo d’ingresso 5 euro, gratuito sotto i 15 anni). Una serata dove l’energia si trasforma in arte attraverso la vita delle persone, le loro passioni e l’espressione dei loro valori. Così le opere di artisti marchigiani si fonderanno con le parole del romanzo di Energie Creative e prenderanno vita con la danza.

“Vogliamo ringraziare tutti i ragazzi di Onice Danza – dice la direttrice artistica Chiara Carletti  – la serata di sabato è per voi e darà voce, attraverso l’arte e la danza a tutto il lavoro di quest’anno. Un grazie va anche ai genitori per il loro prezioso sostegno”. L’associazione “Onice l’alchimia della danza” è una nuova realtà nata a Grottazzolina lo scorso settembre grazie alla passione di Chiara Claretti direttrice artistica, Manuela Caporaletti, Martina Marchionni e Stefania Russo. La scuola propone corsi di danza gioco, danza classica, danza moderna e contemporanea, hip hop, video dance, zumba e danza del ventre. Da gennaio nasce anche GrottART un’iniziativa che prevede una serie di appuntamenti mensili con alcuni coreografi di rilievo nel panorama italiano, come Alessandra Celentano, dando l’opportunità ai ragazzi di formarsi con un percorso completo e ben strutturato. Il progetto, sostenuto dal comune di Grottazzolina, coinvolge tutte le associazioni e le attività commerciali del paese. Sono tanti gli sponsor, tra pubblico e privato che sostengono l’iniziativa ( Fast srl, Maggio Adua Simoni Silvano, Belleggia Tamara, TS di Censi Tiziano, Enea srl, Opsottica, Pizza ti amo, Fabi Teresa, Venoom Art Tatoo).

 

danza

danza

danza

danza

Read more

Tipicità, il Grand Tour delle Marche
parte da Frasassi

Presentato il Grand Tour delle Marche 2017 nella meravigliosa sala dell’abisso Ancona, tanti i presenti tra amministratori, giornalisti e imprenditori 
frasassi tipicitàVivere le Marche è davvero il modo migliore per conoscerle. Dice bene lo slogan scelto da ANCI e Tipicità per il ciclo di eventi in programma per l’edizione del Grand tour 2017 presentato nella meravigliosa cornice delle Grotte di Frasassi a Genga, tra le stalattiti e le stalagmiti dell’abisso Ancona. Ben 28 appuntamenti in  programma, dalla trota di Sefro a Tipicià in blu, con la città dorica capitale della blu economy, passando per il brodetto alla zafferanella di Porto Recanati, quello in versione “rossa” di Porto San Giorgio. Il territorio fabrianese si presenta in versione turismo attivo con la “Frasassi Wild Experience”, mentre a Castelraimondo torna il rito dell’Infiorata del Corpus Domini. A Capodarco di Fermo appuntamento con il cinema dedicato al sociale, mentre Recanati propone “In festa con Giacomo” ed “Amantica”. Dal 1° luglio, fino alla fine di agosto, eccellenze marchigiane in mostra a Fermo, con una serie di appuntamenti per conoscere le singole specialità. E poi ancora eventi, come quelli dedicati alla patata dei Sibillini a Palmiano, al merletto a Venarotta, al Verdicchio a Matelica e a Montecarotto, ma anche al tartufo di Acqualagna ed al polentone di Piobbico. mappa grand tourPollenza propone la manifestazione del restauro e del mobile antico, mentre Montappone la Festa del cappello. Altri appuntamenti in programma: a Monte Urano, con la calzatura, ad Ascoli Piceno, con Ascoliva, a Castignano con Templaria, a Senigallia con Pane Nostrum e a Castelfidardo con il Premio Internazionale della Fisarmonica. Nell’autunno marchigiano spazio anche allo Stoccafisso di Porto Sant’Elpidio, ai sapori del bosco di Acquasanta Terme, alla mela rosa dei Sibillini di Montedinove ed alla Cicerchia di Serra de’ Conti. “Ripartiamo dagli oltre 250.000 visitatori dell’edizione 2016”, esordisce Angelo Serri, direttore di Tipicità, che ha specificato: “La novità di quest’anno è che ciascuno degli eventi diventa fruibile, a livello italiano ed internazionale, attraverso un’innovativa applicazione realizzata con un grande lavoro di squadra, che consente di costruire e poi acquistare un’esperienza di viaggio su misura.” frasassi tipicitàIl Grand Tour delle Marche – sottolinea Goffredo Brandoni, vicepresidente ANCI Marche – è il circuito di eventi promosso da Anci Marche e messo a punto dal team di Tipicità in occasione di EXPO 2015. Oggi è una realtà consolidata che conta ben 28 tappe in altrettante comunità locali. “Non si può prescindere dal turismo, parlando di sviluppo del sistema socio economico marchigiano”. Nunzio Tartaglia, direttore generale di UBI-Banca Popolare di Ancona, puntualizza che il grande valore aggiunto del Grand Tour è quello di creare una “forza di penetrazione” impensabile per le singole località e per i singoli eventi. Tutte le informazioni per godere al meglio l’esperienza Marche sono reperibili nella piattaforma www.tipicitaexperience.it, con pacchetti turistici appositamente concepiti, proposte di shopping aziendale e la possibilità di costruirsi il proprio “menù” di viaggio personale.

Read more