Homelike Villas in rete a San Valentino
Dormire in una dimora storica nel centro Italia

Paesaggio Mettere in rete dimore storiche collocate nel centro Italia, dare la possibilità a visitatori e turisti di vivere intensamente un territorio ricco di luoghi da scoprire. Un progetto ambizioso reso possibile grazie all’imprenditore settempedano Sandro Teloni che ha voluto ripartire dal centro Italia nel giorno di San Valentino per una proposta di una vacanza indimenticabile – da vivere fra Marche, Umbria e Toscana -, rivolta al mondo.

E’ un giorno speciale, la festa degli Innamorati, quello scelto per il lancio ufficiale nel web del suo nuovo progetto che prende il nome di “Villas in Italy”.

Una sfida, nata subito dopo il terremoto, che ha messo insieme forse la parte più bella d’Italia, quella di un Paese tutto da scoprire, genuino quanto autentico, ricco di tradizioni, storia, arte, cultura, fascino e tanto altro ancora.

Panorama 2Dalla sua San Severino Marche, e da una delle tante dimore storiche di questo incantevole territorio, l’imprenditore che con la sua famiglia e un gruppo sempre più numeroso di collaboratori da tempo ormai si occupa anche di incoming a tempo pieno, il 14 febbraio lancerà il sito www.homelikevillas.com, portale Internet e finestra sul mondo di un progetto che mette in rete le più belle ville del centro Italia per offrirle, in affitto per una o più settimane, a famiglie e gruppi.

“Abbiamo scelto San Valentino perché siamo innamorati di questa nostra terra, la festa degli innamorati perché prendersi una vacanza per noi è un gesto d’amore. E’ per questo che ci piace anche dire che ogni vacanza ha una favola da raccontare – spiega Teloni, che aggiunge – La nostra idea nasce dalla richiesta di molti turisti e visitatori di avere qualcosa di diverso e, soprattutto, tutto per sé e per le persone che si amano. A loro, infatti, affidiamo le nostre ville, a prezzi concorrenziali rispetto addirittura ai normali alberghi, offrendo insieme a una location unica anche una serie di servizi attraverso i nostri consulenti viaggi e vacanze, figure che si prendono cura del cliente con il quale hanno un rapporto alla pari. Si tratta di professionisti cui solo noi abbiamo pensato. Tutti possono diventare consulenti viaggi e vacanze: se ci sono giovani che conoscono le lingue, che amano le nostre terre e il turismo, possono farsi avanti perché questa per loro potrebbe essere anche una ottima occasione di lavoro. Abbiamo già famiglie che arrivano da noi dal Nord Europa, dai Paesi dell’Est e che, insieme alle chiavi delle nostre dimore, ci occupiamo di prendere per mano con l’aiuto dei consulenti viaggi e vacanze per accompagnarle alla scoperta di quello che queste nostre realtà possono offrire: monumenti, certo, ma anche botteghe artigiane, prodotti tipici, esperienze di vita e molto altro ancora. Ci occupiamo di ospitalità da tanto tempo, abbiamo seguito e anticipato i cambiamenti di un mondo in continua evoluzione. Il nostro obiettivo è far innamorare chi arriva da noi del nostro stesso amore per queste nostre terre”.

Al lancio il nuovo sito www.homelikevillas.com presenterà già una dozzina di ville ma del progetto fanno già parte tante altre dimore per le quali saranno messi progressivamente in rete video, immagini, descrizioni e caratteristiche insieme a una serie di informazioni utili, soprattutto sui servizi e sul territorio.

“Contiamo di coinvolgere in questa nostra iniziativa almeno un centinaio di proprietari nel corso del 2018. Chi possiede una villa o una dimora storica, infatti, può entrare a far parte della nostra community mettendo a reddito i propri immobili con costi di commissione di molto inferiori a quelli di tutti i nostri competitors. Alla fine dell’anno, comunque, avremo un migliaio di posti letto a disposizione nelle tre regioni del centro Italia dalle quali siamo partiti – commenta con soddisfazione Teloni, che conclude – Insieme alle vacanze le strutture di Villas in Italy sono già pronte per ospitare cerimonie come matrimoni, cresime, comunioni, feste aziendali, ricevimenti vari. Il nostro cuore batte per far battere il cuore dei nostri ospiti. Questa è la nostra vera missione”.

Read more

Terremoto
Rumiz “Se perdiamo l’Appennino perdiamo noi stessi”

terremoto Paolo Rumiz, giornalista e scrittore italiano, al Salone Internazionale del libro di Torino parla del terremoto che ha colpito il centro Italia e le Marche. “Queste terre sono il nostro centro, sono il nostro cuore, sono la nostra identità. Questo senso forte di essere sulla spina dorsale del centro del Mediterraneo mi ha folgorato. Una terra, le Marche dove il bello, il sublime e nello stesso tempo il terribile, questa terra che ci scuote sotto, questa coesistenza è assolutamente impressionante. Arrivare a Castelluccio, in quella bellezza sublime e vedere i segni della distruzione è una cosa che fa impazzire. Se perdiamo l’Appennino, abbiamo perso noi stessi”.

Read more