“Mani”: Franco Esse e David Miliozzi presentano la loro “Ode alle Mani”

invito maniDopo un lavoro durato vent’anni, un’attenta osservazione di come l’uomo con le sue mani possa dare valore aggiunto a ciò che crea e grazie alla collaborazione con l’agenzia di web design e di comunicazione maceratese Azar, il progetto “Mani” diventa realtà. Un lavoro fotografico, di scrittura creativa e video che raccontano attraverso scatti, rubati e studiati, il mondo dell’artigianalità tutta italiana anche grazie alla Conceria del Chienti, storica azienda di Tolentino, che ha sostenuto e reso possibile l’iniziativa, anche aprendo le porte del reparto produzione e permettendo al fotografo Franco Esse di “rubare” alcuni scatti. Così nasce “Mani” che è più di una mostra fotografica arricchita anche dall”Ode alle mani pensata e scritta da David Miliozzi. E’ un’esperienza che attraverso le immagini racconta la storia di chi da sempre lavora e fa della manualità un’arte. La mostra è in programma venerdì 15 giugno nello showroom della Conceria del Chienti di Tolentino a partire dalle 18. Alla serata saranno presenti anche il fotografo Franco Esse e lo scrittore David Miliozzi. 

Read more

Tipicità 2018 si presenta a Pesaro
Tra gli eventi torna il Marche Book Style

Anteprima speciale per Tipicità 2018 che, nell’anno rossiniano e in quello del cibo italiano, si presenta a Pesaro.

Con lo slogan “il crocevia delle qualità”, la ventiseiesima edizione di Tipicità, come da tradizione, si svolgerà al Fermo Forum dal 3 al 5 marzo. Un’edizione che parte con grandi numeri: il sold out nel padiglione, con 200 realtà espositrici, oltre 100 incontri in programma, 20 delegazioni dall’Italia e dall’estero.

tipicitàOrganizzata dal Comune di Fermo, con UBI Banca nel ruolo di project partner e con la collaborazione della Regione Marche, delle Università di Ancona, Camerino e Macerata, insieme ad una nutrita squadra di enti locali ed aziende leader del territorio, Tipicità 2018 è soprattutto un punto d’incontro di conoscenze ed esperienze.

Cibo, turismo e manualità, sono i tre padiglioni tematici che caratterizzano la manifestazione, articolati in aree specifiche che raccontano le mille sfumature marchigiane: Orizzonte Bio, Bollicine di Marche, Birra Artigianale, Bio Garden.

Marche al centro della scena, ma a confronto con altre comunità italiane: Isola d’Elba, Lecco e Como, il Lago D’Orta, i Parchi Letterari, le Piccole Italie. Dall’estero sono attese diverse delegazioni, con la conferma della Russia e di un’area Cina curata dall’Istituto Confucio. Confronti anche con Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti, alla ricerca di nuove vie per i nostri operatori.

Focus speciali sul cibo del futuro, la biodiversità, la rigenerazione dopo il sisma, la qualità nelle sue nuove forme, il genius loci Marche, tra Rossini e Leopardi. Iniziative speciali, con l’innovativo contest “Wine Hackathon” e l’omaggio all’anno del cibo italiano ed al “maestro” Gualtiero Marchesi. In programma anche tantissimi eventi per i più giovani, per educare, divertendo, ad uno stile di vita sano ed attento alla qualità. Non manca poi, anche quest’anno l’appuntamento dedicato ai libri. Torna il Marche Book Style, organizzato dalla casa editrice Giaconi e da Vivi le Marche. Nella tre giorni del festival scrittori, comunicatori e nuovi visionari  si alternano in dibattiti e presentazioni di libri  per raccontare le meraviglie della regione.

tipicitàMolti i volti noti che saranno protagonisti a Tipicità, da Emma d’Aquino del TG1-RAI a Marco Ardemagni e Cinzia Poli di Caterpillar, dall’enologo “star” Riccardo Cotarella ad una brigata di chef di livello mondiale, tra i quali Chicco Cerea, Enrico Derflingher, Claudio Sadler, Rocco Pozzulo, Maia Tsakanova, Paolo Gramaglia, Silvia Baracchi, Riccardo Lucque, Michele Massari, Davide Botta e, con loro, i marchigiani Stefano Ciotti, Enrico Mazzaroni, Daniele Patti e molti altri ancora.

Tipicità 2018 sarà completamente fruibile attraverso un’app con la quale sarà possibile prenotarsi agli eventi, ma anche disporre di tante altre funzioni, come ad esempio interagire con le piante del Bio Garden.

E nel dopo Festival, un salto nell’accogliente centro storico di Fermo con Tipicità in the City.

Read more

eventi, MACERATA, Progetti, VIDEO Comments (0) |

Mangia e bevi a Macerata
da oggi a domenica 4 giorni per gustare l’Italia

Immaginate di poter assaggiare vini e piatti di 16 regioni d’Italia, di poter passeggiare nel centro storico di Macerata, entrare in un bar e ristorante dopo l’altro e assaporare l’Italia con i suoi gusti, sapori e tipicità. Vi è venuta l’acquolina in bocca? Nessun problema. L’Italia in un bicchiere, evento targato Mc food & drink parte stasera e animerà la città fino a domenica 17 dicembre.

italiaCome funziona l’evento: 
1. Vieni a Macerata 
2. Vai in centro ed entrate in uno di questi locali (Cabaret, Verde Caffè, Civico 37, Pizzeria Scalette, Porchetteria, Centrale, Bar Firenze, Al Casolare, Quanto Basta, La Taverna, Spulla, Pizzeria del Corso, Doppio Zero Lab, Beer Bang, Vicolonove, Fabric) e prendete una mappa. Scarica qui la mappa. 
3. Fai il primo aperitivo o cena in un locale e costruisci il tuo tour enogastronomico. 
4. Esci  dal primo bar o ristorante e visitane un altro. I locali che aderiscono all’evento sono 16. 
5. Scegli la tua prossima tappa e continua il tour.

Altre informazioni utili: l’evento dura 4 giorni da stasera, 14 dicembre a domenica 17. 
Potete organizzare un aperitivo o una cena. 
Non si paga un carnet fisso, ma c’è libertà di scegliere il locale o il menù in modo da poter costruire un tour in base alle proprie esigenze. 
Prezzi: aperitivo piatto a partire da 5 euro, vini da 2 euro e 50 al calice, cene a partire da 15 euro. 

I bar e i ristoranti aderenti e le regioni:

italiaIl Cabaret proporrà vini e tipicità della regione Marche, il Verde Caffè vi farà assaporare i prodotti campani, il Civico 37 si dedicherà alla Puglia, la Pizzeria Scalette proporrà vini e piatti tipici della Valle d’Aosta, la Porchetteria penserà all’Umbria, il Centrale alla Toscana, il Bar Firenze proporrà vini e piatti della Sicilia, Al Casolare si specializzerà sull’Emilia Romagna, Il Quanto Basta si dedicherà al Trentino, La Taverna al Veneto, Spulla alla Sardegna, la Pizzeria del Corso al Lazio, il Doppio Zero Lab penserà al Piemonte, il Beer Bang all’Abruzzo, il Vicolonove alla Calabria e il Fabric chiude il cerchio con il Friuli Venezia Giulia. 

Scarica qui la mappa. 

L’evento è organizzato dall’assoaciazione Mc food&drink, grazie al lavoro dei gestori dei 16 locali aderenti e agli sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa (Recchioni, Ibalt, Vita e Vita a.s.d & Fitness, Oril, Di Andrea Parrucchieri, Agnettiboutique, Edilizia Calvà, Cecarini Viaggi, Snai, Effe Caffè).

 

Read more

Tipicità 2018, il crocevia della qualità / VIDEO

Presentazione ufficiale di Tipicità 2018 a Milano, in una sala gremita nella sede dell’ANCI Lombardia.
A condurre l’evento che si è tenuto ieri (4 marzo) il duo Ardemagni-Poli, volti e voci di Rai Caterpillar. Una mattinata intensa, riccca di suggestioni che come accade nella tre giorni di Tipicità coinvolgono i cinque i sensi. Musica con grandi performances eseguite dal vivo e degustazioni di eccellenze del territorio per iniziare col piede giusto il conto alla rovescia verso il 3 marzo, giorno in cui avrà inizio l’edizione del 2018. 

tipicitàTra le dolci colline del Fermano, infatti, dal 3 al 5 marzo come da tradizione va “in onda” la ventiseiesima edizione di Tipicità, organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con la Camera di commercio di Fermo e tanti enti pubblici e partner privati. “Oltre 100 gli eventi in programma e 300 le realtà partecipanti – ha esordito il direttore Angelo Serri – per un Festival che negli anni è diventato un punto di riferimento nazionale, con tante “contaminazioni” internazionali e personaggi noti al grande pubblico”.

tipicitàAnnunciati i primi grandi nomi di Tipicità 2018, tra i quali Emma d’Acquino, conduttrice del TG1-RAI, ed il tristellato chef Enrico Cerea. Non sarà una fiera, ma un articolato sistema comprendente tanti contenitori tematici per immergersi nei “cluster del buon vivere”: qui si ricomincia dalla terra, con un grande giardino delle biodiversità da vivere tra animazioni, laboratori e l’incontro con varietà vegetali in via d’estinzione. Naturalmente il cibo è al centro dell’attenzione, con tante proposte per calarsi nell’incanto della cultura enogastronomica del territorio: Bollicine di Marche, percorso nel quale degustare tutte le espressioni sparkling del “vigneto Marche”; Birra di Marca, che ospita le migliori produzioni di birre artigianali ed agricole; Orizzonte Bio, che mette a contatto il visitatore direttamente con i personaggi, le produzioni ed i terroir della scelta biologica in agricoltura. Il Salone delle qualità enogastronomiche ed il Mercatino delle specialità completano la full immersion tra i cibi locali e si aprono all’incontro con culture italiane ed internazionali: Ai confini del gusto è il contenitore nel quale, ogni anno, realtà estere ed il circuito delle Piccole Italie s’incontrano… nel piatto di Tipicità! In questa edizione ci sarà l’Isola d’Elba, ma anche confronti con Cina, Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Kazakistan, Moldova ed altri Paesi.
Tuttavia, quel grande contenitore di eventi qual è Tipicità contempla altri numerosi momenti, da vivere: in Accademia, dove si assiste a performance-spettacolo di grandi chef che esaltano il connubio prodotti-territorio, nel Teatro dei Sapori, all’interno del quale sono invece le realtà locali e quelle ospiti a proporre “viaggi del gusto” con presentazioni e degustazioni guidate, mentre a Marche Book Style si esplora il territorio attraverso narrazione e racconto. Inoltre, accanto al cibo, si aprono aree dedicate al “vivere il territorio”, come Tipicità Experience, vero e proprio Grand Tour nelle identità delle Marche, delle “Piccole Italie” e del mondo, insieme ad Art&Genius, expo-laboratorio di manualità, creatività ed innovazione, per ribadire che l’Italia che vince è quella delle sfumature, geniale, creativa ed innamorata del territorio. E la sera, nel suggestivo centro storico di Fermo in un contesto architettonico “da salotto buono”, continua l’esperienza tra cultura, performance e buon cibo, con il programma Tipicità in the city.

Read more

ANCONA, eventi Comments (0) |

“Sensi unici – Oltre il visibile”
Una mostra a Senigallia per la giornata della disabilità

Una mostra d’arte per celebrare al meglio la “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”. Tutto questo in una location d’eccezione: la suggestiva Rocca Roveresca di Senigallia. 
Una mostra d’arte tattile dedicata ai disabili che saranno i protagonisti. “Sensi unici – Oltre il visibile”, è questo il titolo dell’esposizione, curata dall’organizzatrice di eventi d’arte e critica d’arte Mary Sperti della MS Eventi, cui hanno deciso di partecipare 23 artisti provenienti da tutta Italia e anche dall’Europa.

    Claudia Casavecchia del Mibact Polo Museale delle Marche e Mary Sperti della Ms Eventi

Pittura, scultura e poesie in Braille risplenderanno come un vero e proprio inno al mondo della disabilità.  “L’accesso alla cultura è un diritto fondamentale sancito dalla convenzione dell’Onu sui diritti delle persone con disabilità”, principio sposato anche dal Polo Museale delle Marche e dal suo direttore Peter Aufreiter. Arte e cultura fanno da riflesso alla più alta forma di etica. Si aprirà il sipario sul vernissage il 3 dicembre alle 16.30, all’interno della Rocca Roveresca, alla presenza di tutte le autorità civili e istituzionali.

Tanti gli artisti che hanno deciso di omaggiare il mondo della disabilità con le proprie opere: Andrea Dubbini, Mary Sperti, Guido Armeni, Silvia Caiti, Simonetta Ceriachi, Silviu Petroianu, Antonella Bosio, Daniele Baldoni, Domenico Asmone, Enne Mercedes, Rosanna Fattorini, Mario Formica, Giorgia Gigi, Paolo Graziani, Alessandra Martini (giovane artista, di soli 15 anni, ipovedente) Lubica Ema Mazik, Marco Perna, Federica Pigmei, Diego Santamaria, Gianni Serra, Emilio Sgorbati, Gianfranco Vanucci e Manuela Pino. 

Read more

Per amore dei Libri
due giorni di festa per la Giaconi Editore

Una due giorni dedicata ai libri e alle Marche. Sabato 25 e domenica 26 novembre Giaconi Editore, realtà indipendente di Recanati che da diversi anni porta avanti il progetto di pubblicare testi per bambini, ragazzi ed adulti principalmente dedicati alle Marche, organizza a Macerata la festa annuale con tanti appuntamenti in programma.

libriOgni anno, il mese di novembre è il momento per tirare le somme di dodici mesi di pubblicazioni, eventi, nuove proposte e progetti. E Macerata è stata scelta per ospitare questa edizione.

Davvero ricco ed interessante il programma:
si parte sabato pomeriggio (25 novembre) alla libreria Del Monte (via XXIV maggio n.3) di Macerata alle 17 con laboratori per bambini e letture ispirate ai libri per ragazzi. Il mare adriatico contro i Monti Sibillini e la figura di Giacomo Leopardi contro quella di Padre Matteo Ricci. Spunti per due ore di letture e intrattenimento pensato per bambini e ragazzi.

libriGiornata intensa domenica 26 novembre nelle sale degli Antichi Forni di Macerata in Piaggia della Torre 4 a partire dalle 11 con un dibattito sulle Marche. “Racconti di Marche” contro “Le Marche coi bambini” con Nadia Stacchiotti, autrice del primo dei due libri, Silvia Alessandrini Calisti, Lucia Paciaroni e Vissia Lucarelli che hanno pensato alla guida per i piccoli, intervistate da Erika Mariniello. Alle 16 “Voci e Sibille”, letteratura, storia e leggenda con Elena Santilli, Donne di Carta ed Enrico Tassetti. Alle 17.30 appuntamento con il “Tripponario”, usi e costumi scostumati della Vergara con Deborah Iannacci. Alle 19 anteprima del libro di Piero Massimo Macchini “La gente mormorano”.
L’ingresso alla due giorni è libero e l’evento è patrocinato dal Comune di Macerata.

Per il pranzo e la cena alcuni locali del centro storico di Macerata che sostengono l’iniziativa offrono uno sconto del 10% (aderiscono il Fabric in via Antonio Ferrari 12, Vicolonove in via Crescimbeni 9/A, Al Casolare in via Don Minzoni 15, Spulla in via Armaroli 54/56, Verde Caffè in corso della Repubblica 47, Cabaret in Via Antonio Gramsci 57 e La Taverna, via XX Settembre 11).

Read more

Inzio “stellato” per il primo Macerata Beer Fest
lo chef Biagiola propone un aperitivo all’olio nuovo / VIDEO

beer festAl via con un aperitivo stellato offerto dall’associazione Mc Food & Drink e cucinato dallo chef Michele Biagiola. E’ iniziato così il primo Macerata Beer Fest e Halloween Night, evento organizzato da 10 dei 25 locali che fanno parte del gruppo che mette insieme ristoranti e bar nel centro storico di Macerata, con il patrocinio del Comune, in programma fino al 31 ottobre.

Una serata dove hanno partecipato in molti per assaggiare le numerose birre proposte (anche artigianali e senza glutine) e per assaporare le tipicità locali. E per cominciare alla grande un aperitivo all’olio nuovo con polenta e pamigiano, ricottina con corbezzolo e foglie di senape e lenticchie cucinate dallo chef Michele Biagiola presente per dare il via alla festa.

Birre, musica e street food: un connubio perfetto per un evento dedicato ai maceratesi e non che vuole offrire un’opportunità nuova di divertimento. Un evento dedicato non solo ai giovani, ma anche alle famiglie con bambini. Nella tensostruttura montata sulla terrazza dei Popoli, vicino ai Giardini Diaz per l’occasione c’è anche uno spazio dedicato ai piccoli. 

Ricchissimo il programma della seconda giornata di festa. Dalle 18.30 letture per bambini a cura di Giaconi editore, birre e street food e musica dal vivo: questa sera si esibiscono gli Elpris e a seguire Diggei Cameretta! 

Read more

Festival delle Erbe dei Sibillini
tre giorni di eventi ad Amandola

E’ tutto pronto per la prima edizione del Festival delle Erbe dei Monti Sibillini organizzato ad Amandola. Dopo l’edizione dello scorso anno ospitata ad Ussita, quest’anno l’evento raggiunge il centro nel Fermano dove, da domani (venerdì 7) a domenica (9 luglio), al centro di dibattiti, laboratori e percorsi erboristici, saranno le risorse della terra e i concetti legati alla vita in equilibrio con la natura i protagonisti. Ideato e organizzato da Olis Eventi, il Festival si avvale del patrocinio del Comune di Amandola, della collaborazione delle Case delle Erbe e dell’Associazione Vivere con Gioia. Il Festival sarà un’occasione per conoscere anche la bellezza dei territori immersi nel verde del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, messi a dura prova dagli eventi sismici dei mesi scorsi ma pronti a ripartire con slancio nella promozione turistica, anche grazie a eventi come questo. “Crediamo molto in questa manifestazione – ha dichiarato il Sindaco Adolfo Marinangeli -. Dopo un periodo tanto difficile, riteniamo che questa sia un’importante occasione per continuare a promuovere attività di salvaguardia dell’ambiente , del nostro territorio e prestare attenzione alla natura. Saranno tre giorni significativi per la nostra città, durante i quali si rivolgerà particolare attenzione alla storia dei luoghi, ai sapori e alle tradizioni. Ringrazio infinitamente i promotori che hanno deciso di darci questa grande dimostrazione di solidarietà e vicinanza scegliendo Amandola per questo evento.”

amandola erbe Presente nei tre giorni dell’evento Maria Sonia Baldoni, la Sibilla delle Erbe. Dopo oltre 35 anni trascorsi come consulente finanziaria, da tempo la sua vita è dedicata a veicolare le numerose utilità delle erbe spontanee che riescono anche a creare “sharing economy”, un’economia che poggia le sue basi sulla condivisione. A lei il compito di portare i viaggiatori alla scoperta ed alla catalogazione delle erbe e delle bacche spontanee nei diversi percorsi erboristici. Durante il festival, spazio anche alla naturopatia con la presentazione del progetto “Scuola di Hildegarda – Conseling e Natura”, da parte della dott.ssa Rosa Brancatella, Roberto Ferretti, psicologo, psicoterapeuta, scrittore e cultore della cucina contadina e delle erbe, ci parlerà del suo metodo “Cucina Ciocheciò”, presentandoci un menù alle erbe selvatiche, farine antiche e molto altro. Moreno Pesaresi, esperto in tecniche di coltivazione in agricoltura biologica a basso impatto ambientale, piante officinali, recupero e riconoscimento di piante spontanee, ci guiderà nel mondo degli “Oli essenziali: tecniche estrattive e i loro usi”.

Durante la manifestazione Francesco Grifonelli affronterà il temaCanapa: le potenzialità della pianta”,mentre Stefania Gangemi ci porterà a conoscere meglio i “Fiori di Bach”. Con Daniela Cesaroni scopriremo curiosità e notizie su “Gli orti monastici e i giardini medioevali”. Questi sono solo alcuni degli operatori presenti al Festival, che si occuperà anche di Cosmesi naturale, Yoga posturale e molto altro. Nello Spazio Benessere sarà possibile testare speciali massaggi. Il ricco programma del Festival vedrà alternarsi momenti dedicati al benessere olistico a conferenze e laboratori. Ad Amandola in Piazza Risorgimento ci saranno anche dei mercatini artigianali e la possibilità di gustare menù a tema nei diversi ristoranti e agriturismi della zona. Al Festival non mancheranno alcuni operatori delle “Case delle erbe”, delle realtà che sono innanzitutto un progetto di vita per chi le sta portando avanti in molte regioni d’Italia ma anche occasione di promozione di micro-economie. Un Festival quello delle Erbe dei Monti Sibillini dove la “cultura della Natura” è protagonista, dove i territori, la loro storia, i saperi e i sapori, possono essere conosciuti, apprezzati, vissuti.

Read more

Roccafluvione e Gualdo insieme per un week end creativo/VIDEO

Sorrisi e momenti da ricordare nel weekend dedicato alla Festa della Creatività organizzata tra Roccafluvione, comune in provincia di Ascoli e Gualdo di Macerata. Due giorni di incontri, dibattiti, laboratori e spettacoli per stare insieme e ricostruire comunità e territori.

Read more

Successo per la Festa della Creatività, musica e arte per ricostruire

festa creatività

Alessandro Sirolli, Associazione Festa della Creatività, Francesco Leoni, sindaco di Roccafluvione e Vittorio Cei

“Il terremoto può distruggere case, vite umane, opere d’arte, ma non riesce a distruggere la creatività umana”. Ha proprio ragione Vittorio Cei, medico specializzato in psichiatria e ideatore della prima Festa nazionale della Creatività del 1999. La Creatività può essere davvero utile a fare rete, mettere insieme artisti e persone comuni nell’ottica di guardare al futuro con spirito positivo e costruttivo. Così, grazie al numeroso pubblico presente, l’evento, realizzato grazie ai fondi dell’Otto per Mille della Tavola Valdese e organizzato dall’associazione 180 Amici in collaborazione con l’associazione Festa della Creatività, con il Gus (Gruppo di umana solidarietà), con il Teatro Rebis e il sostegno di amministrazioni, assessori, professionisti e artisti, ha fatto centro. festa creatività

Un week end di laboratori, incontri, dibattiti, concerti vissuti tra Roccafluvione, il 24 giugno, e il centro storico di Gualdo di Macerata, recentemente riaperto dove ieri, 25 giugno, in tanti si sono riuniti per fare festa. Il “regalo” fatto alle Marche da un gruppo di associazioni de L’Aquila è stato molto apprezzato dai cittadini e da chi ha raggiunto i due centri, uno in provincia di Ascoli Piceno e l’altro nel Maceratese, dai paesi vicini.

Le giornate, tra momenti di puro divertimento, hanno lasciato spazio anche a due interessanti convegni a cui hanno partecipato, oltre ai sindaci, a Vittorio Cei, ad Alessandro Sirolli (dell’Associazione Festa della Creatività), anche il dottor Massimo Mari, gli psicologi Patrizia Isabella Perrone, il dottor Cristiano Bumbaca, dell’associazione Psyplus onlus, l’architetto Michele Schiavoni, Carlo Casini e Francesca Claretti, dirigente dell’Ufficio speciale per la ricostruzione dell’area di Macerata a cui sono state poste molte domande. festa creatività
L’evento per molti è stata l’occasione per rivivere in un’ottica nuova e più positiva i luoghi dove sono nati e cresciuti, riscoperti anche attraverso delle passeggiate organizzate per fare memoria dei ricordi che riaffiorano alla mente del periodo precedente al sisma e per ripensare ad un nuovo futuro in maniera costruttiva. Molti anche i bambini presenti che hanno apprezzato a Roccafluvione l’esposizione dei lavori realizzati nelle scuole, applicando la creatività all’arte di modellare il legno, e a Gualdo di Macerata il laboratorio organizzato dall’associazione degli Asini Bardasci che con la musica e la testimonianza di Maria Teresa Mercuri hanno accompagnato i piccoli in un viaggio attraverso la cultura e la musica popolare. In tanti hanno fatto da pubblico ai concerti organizzati nei due paesi dal tardo pomeriggio fino al dopo cena e hanno applaudito lo spettacolo semiserio “Perchè no?” di e con Vera Vù che ha fatto divertire piccoli e genitori. Grande è la soddisfazione dei primi cittadini Francesco Leoni, sindaco di Roccafluvione e Giovanni Zavaglini di Gualdo e di tutto lo staff che ha contribuito alla buona riuscita del’iniziativa. Vedere il campo sportivo del piccolo centro nell’Ascolano e il centro storico – fortemente danneggiato dal terremoto – di Gualdo nuovamente teatro di eventi capaci di mettere insieme le persone fa ben sperare in una ricostruzione che seppur lenta e complicata sta cominciando davvero.
festa creatività

festa creatività

festa creatività

festa creatività

festa creatività

 

Read more