Tipicità 2018 si presenta a Pesaro
Tra gli eventi torna il Marche Book Style

Anteprima speciale per Tipicità 2018 che, nell’anno rossiniano e in quello del cibo italiano, si presenta a Pesaro.

Con lo slogan “il crocevia delle qualità”, la ventiseiesima edizione di Tipicità, come da tradizione, si svolgerà al Fermo Forum dal 3 al 5 marzo. Un’edizione che parte con grandi numeri: il sold out nel padiglione, con 200 realtà espositrici, oltre 100 incontri in programma, 20 delegazioni dall’Italia e dall’estero.

tipicitàOrganizzata dal Comune di Fermo, con UBI Banca nel ruolo di project partner e con la collaborazione della Regione Marche, delle Università di Ancona, Camerino e Macerata, insieme ad una nutrita squadra di enti locali ed aziende leader del territorio, Tipicità 2018 è soprattutto un punto d’incontro di conoscenze ed esperienze.

Cibo, turismo e manualità, sono i tre padiglioni tematici che caratterizzano la manifestazione, articolati in aree specifiche che raccontano le mille sfumature marchigiane: Orizzonte Bio, Bollicine di Marche, Birra Artigianale, Bio Garden.

Marche al centro della scena, ma a confronto con altre comunità italiane: Isola d’Elba, Lecco e Como, il Lago D’Orta, i Parchi Letterari, le Piccole Italie. Dall’estero sono attese diverse delegazioni, con la conferma della Russia e di un’area Cina curata dall’Istituto Confucio. Confronti anche con Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti, alla ricerca di nuove vie per i nostri operatori.

Focus speciali sul cibo del futuro, la biodiversità, la rigenerazione dopo il sisma, la qualità nelle sue nuove forme, il genius loci Marche, tra Rossini e Leopardi. Iniziative speciali, con l’innovativo contest “Wine Hackathon” e l’omaggio all’anno del cibo italiano ed al “maestro” Gualtiero Marchesi. In programma anche tantissimi eventi per i più giovani, per educare, divertendo, ad uno stile di vita sano ed attento alla qualità. Non manca poi, anche quest’anno l’appuntamento dedicato ai libri. Torna il Marche Book Style, organizzato dalla casa editrice Giaconi e da Vivi le Marche. Nella tre giorni del festival scrittori, comunicatori e nuovi visionari  si alternano in dibattiti e presentazioni di libri  per raccontare le meraviglie della regione.

tipicitàMolti i volti noti che saranno protagonisti a Tipicità, da Emma d’Aquino del TG1-RAI a Marco Ardemagni e Cinzia Poli di Caterpillar, dall’enologo “star” Riccardo Cotarella ad una brigata di chef di livello mondiale, tra i quali Chicco Cerea, Enrico Derflingher, Claudio Sadler, Rocco Pozzulo, Maia Tsakanova, Paolo Gramaglia, Silvia Baracchi, Riccardo Lucque, Michele Massari, Davide Botta e, con loro, i marchigiani Stefano Ciotti, Enrico Mazzaroni, Daniele Patti e molti altri ancora.

Tipicità 2018 sarà completamente fruibile attraverso un’app con la quale sarà possibile prenotarsi agli eventi, ma anche disporre di tante altre funzioni, come ad esempio interagire con le piante del Bio Garden.

E nel dopo Festival, un salto nell’accogliente centro storico di Fermo con Tipicità in the City.

Read more

Tipicità 2018, il crocevia della qualità / VIDEO

Presentazione ufficiale di Tipicità 2018 a Milano, in una sala gremita nella sede dell’ANCI Lombardia.
A condurre l’evento che si è tenuto ieri (4 marzo) il duo Ardemagni-Poli, volti e voci di Rai Caterpillar. Una mattinata intensa, riccca di suggestioni che come accade nella tre giorni di Tipicità coinvolgono i cinque i sensi. Musica con grandi performances eseguite dal vivo e degustazioni di eccellenze del territorio per iniziare col piede giusto il conto alla rovescia verso il 3 marzo, giorno in cui avrà inizio l’edizione del 2018. 

tipicitàTra le dolci colline del Fermano, infatti, dal 3 al 5 marzo come da tradizione va “in onda” la ventiseiesima edizione di Tipicità, organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con la Camera di commercio di Fermo e tanti enti pubblici e partner privati. “Oltre 100 gli eventi in programma e 300 le realtà partecipanti – ha esordito il direttore Angelo Serri – per un Festival che negli anni è diventato un punto di riferimento nazionale, con tante “contaminazioni” internazionali e personaggi noti al grande pubblico”.

tipicitàAnnunciati i primi grandi nomi di Tipicità 2018, tra i quali Emma d’Acquino, conduttrice del TG1-RAI, ed il tristellato chef Enrico Cerea. Non sarà una fiera, ma un articolato sistema comprendente tanti contenitori tematici per immergersi nei “cluster del buon vivere”: qui si ricomincia dalla terra, con un grande giardino delle biodiversità da vivere tra animazioni, laboratori e l’incontro con varietà vegetali in via d’estinzione. Naturalmente il cibo è al centro dell’attenzione, con tante proposte per calarsi nell’incanto della cultura enogastronomica del territorio: Bollicine di Marche, percorso nel quale degustare tutte le espressioni sparkling del “vigneto Marche”; Birra di Marca, che ospita le migliori produzioni di birre artigianali ed agricole; Orizzonte Bio, che mette a contatto il visitatore direttamente con i personaggi, le produzioni ed i terroir della scelta biologica in agricoltura. Il Salone delle qualità enogastronomiche ed il Mercatino delle specialità completano la full immersion tra i cibi locali e si aprono all’incontro con culture italiane ed internazionali: Ai confini del gusto è il contenitore nel quale, ogni anno, realtà estere ed il circuito delle Piccole Italie s’incontrano… nel piatto di Tipicità! In questa edizione ci sarà l’Isola d’Elba, ma anche confronti con Cina, Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Kazakistan, Moldova ed altri Paesi.
Tuttavia, quel grande contenitore di eventi qual è Tipicità contempla altri numerosi momenti, da vivere: in Accademia, dove si assiste a performance-spettacolo di grandi chef che esaltano il connubio prodotti-territorio, nel Teatro dei Sapori, all’interno del quale sono invece le realtà locali e quelle ospiti a proporre “viaggi del gusto” con presentazioni e degustazioni guidate, mentre a Marche Book Style si esplora il territorio attraverso narrazione e racconto. Inoltre, accanto al cibo, si aprono aree dedicate al “vivere il territorio”, come Tipicità Experience, vero e proprio Grand Tour nelle identità delle Marche, delle “Piccole Italie” e del mondo, insieme ad Art&Genius, expo-laboratorio di manualità, creatività ed innovazione, per ribadire che l’Italia che vince è quella delle sfumature, geniale, creativa ed innamorata del territorio. E la sera, nel suggestivo centro storico di Fermo in un contesto architettonico “da salotto buono”, continua l’esperienza tra cultura, performance e buon cibo, con il programma Tipicità in the city.

Read more

Tipicità, il Grand Tour delle Marche
parte da Frasassi

Presentato il Grand Tour delle Marche 2017 nella meravigliosa sala dell’abisso Ancona, tanti i presenti tra amministratori, giornalisti e imprenditori 
frasassi tipicitàVivere le Marche è davvero il modo migliore per conoscerle. Dice bene lo slogan scelto da ANCI e Tipicità per il ciclo di eventi in programma per l’edizione del Grand tour 2017 presentato nella meravigliosa cornice delle Grotte di Frasassi a Genga, tra le stalattiti e le stalagmiti dell’abisso Ancona. Ben 28 appuntamenti in  programma, dalla trota di Sefro a Tipicià in blu, con la città dorica capitale della blu economy, passando per il brodetto alla zafferanella di Porto Recanati, quello in versione “rossa” di Porto San Giorgio. Il territorio fabrianese si presenta in versione turismo attivo con la “Frasassi Wild Experience”, mentre a Castelraimondo torna il rito dell’Infiorata del Corpus Domini. A Capodarco di Fermo appuntamento con il cinema dedicato al sociale, mentre Recanati propone “In festa con Giacomo” ed “Amantica”. Dal 1° luglio, fino alla fine di agosto, eccellenze marchigiane in mostra a Fermo, con una serie di appuntamenti per conoscere le singole specialità. E poi ancora eventi, come quelli dedicati alla patata dei Sibillini a Palmiano, al merletto a Venarotta, al Verdicchio a Matelica e a Montecarotto, ma anche al tartufo di Acqualagna ed al polentone di Piobbico. mappa grand tourPollenza propone la manifestazione del restauro e del mobile antico, mentre Montappone la Festa del cappello. Altri appuntamenti in programma: a Monte Urano, con la calzatura, ad Ascoli Piceno, con Ascoliva, a Castignano con Templaria, a Senigallia con Pane Nostrum e a Castelfidardo con il Premio Internazionale della Fisarmonica. Nell’autunno marchigiano spazio anche allo Stoccafisso di Porto Sant’Elpidio, ai sapori del bosco di Acquasanta Terme, alla mela rosa dei Sibillini di Montedinove ed alla Cicerchia di Serra de’ Conti. “Ripartiamo dagli oltre 250.000 visitatori dell’edizione 2016”, esordisce Angelo Serri, direttore di Tipicità, che ha specificato: “La novità di quest’anno è che ciascuno degli eventi diventa fruibile, a livello italiano ed internazionale, attraverso un’innovativa applicazione realizzata con un grande lavoro di squadra, che consente di costruire e poi acquistare un’esperienza di viaggio su misura.” frasassi tipicitàIl Grand Tour delle Marche – sottolinea Goffredo Brandoni, vicepresidente ANCI Marche – è il circuito di eventi promosso da Anci Marche e messo a punto dal team di Tipicità in occasione di EXPO 2015. Oggi è una realtà consolidata che conta ben 28 tappe in altrettante comunità locali. “Non si può prescindere dal turismo, parlando di sviluppo del sistema socio economico marchigiano”. Nunzio Tartaglia, direttore generale di UBI-Banca Popolare di Ancona, puntualizza che il grande valore aggiunto del Grand Tour è quello di creare una “forza di penetrazione” impensabile per le singole località e per i singoli eventi. Tutte le informazioni per godere al meglio l’esperienza Marche sono reperibili nella piattaforma www.tipicitaexperience.it, con pacchetti turistici appositamente concepiti, proposte di shopping aziendale e la possibilità di costruirsi il proprio “menù” di viaggio personale.

Read more

Foto Comments (0) |

Le foto del Marche book style

Alcuni scatti fotografici del “Marche book style”, la prima casa del libro organizzata al Fermo Forum, durante Tipicità. L’evento è durato tre giorni e ha richiamato tantissimi visitatori. Incontri, dibattiti, presentazioni di libri relizzati dalla casa editrice Giaconi per raccontare le Marche e le sue bellezze.

Read more

Marche book style
la prima casa dei libri di Tipicità

marche book style Una tre giorni dedicata alle Marche, ai libri e agli scrittori che le raccontano. Incontri, presentazioni, dibattiti, riflessioni per narrare le bellezze dell’unica regione al plurale d’Italia e per far emergere quanto c’è da scoprire in un territorio così variegato, dalle montagne al mare, passando per i borghi in collina e le distese di natura incontaminata.

Un progetto nato dalla collaborazione tra la casa editrice indipendente Giaconi, con sede a Recanati, e il sito di viaggi e turismo Si Parte con Erika. Un’idea pensata per dare slancio ad una terra, colpita al cuore dal sisma, ma che, nonostante tutto vuole andare avanti, rinascere e ricostruire tutto quello che è stato danneggiato e distrutto. Il Marche Book Style ha debuttato alla venticinquesima edizione di Tipicità e ha reso cultura e libri, per la prima volta, protagonisti.

marche book style Tanti i personaggi che hanno dato il loro contributo, dal filosofo Cesare Catà alla voce di Caterpillar Marco Ardemagni, passando per il florovivaista Alessandro Magagnini che con le sue Green Cake e i suoi originalissimi cappelli fatti di piante e fiori ha portato la natura tra il pubblico, fino agli scrittori della casa editrice, autori di libri per adulti e bambini nella maggior parte dei casi ambientati nelle Marche. Una squadra di professionisti mossa da un grande amore per la regione e da una grande voglia di raccontarla.

GUARDA LE FOTO

Read more